«Basta barriere sulla spiaggia per i disabili»

«Basta barriere sulla spiaggia per i disabili»

Il meetup storico «SanVincenzo5stelle» ha presentato una proposta volta alla riduzione delle barriere architettoniche sugli arenili. Si tratterebbe di adibire una spiaggia, uno stabilimento balneare con un’area attrezzata per disabili. «Tale proposta –dicono i pentastellati – – trova riscontri nella legislazione e dall’esigenza di adeguare la nostra cittadina balneare nel superamento delle barriere architettoniche.

Con questo potremmo anche migliorare e completare le già esistenti strutture introdotte recentemente dall’attuale amministrazione, 180 metri di passerelle in plastica riciclata sugli arenili». Da qui l’idea di proporre l’attuazione di ulteriori intenti progettuali atti ad introdurre elementi di facilitazione ambientale nel processo di ricostruzione del contesto di «normalità» significativo e rappresentativo come è il mare e più in generale » l’acqua», anche per persone che sono portatori di disabilità.

L’acqua, il mare, infatti sono elementi vitali e naturali e offrono una sensazione di ristoro e distensione, recupero di energie e quindi una risorsa importante per le persone affette da disabilità. La vocazione turistica -prosegue San Vincenzo5stelle – che la cittadina di San Vincenzo porta con sé ormai da decenni, impone anche un salto qualitativo in questa direzione e a tal proposito dovrebbe offrire un sempre miglior servizio nell’ottica della propria offerta di soggiorno non solo turistico, ma anche socio-culturale. Questo muovendosi verso la riduzione delle barriere architettoniche, promuovendo alternative che possano garantire un sempre maggior servizio anche alle persone disabili, andando a completare un ventaglio di tipologie di spiagge, arenili con soluzioni diverse e per ogni esigenza di soggiorno.

La proposta «Mare senza limiti», è stata protocollata al Comune di San Vincenzo il 31 Luglio scorso e si prefigge lo scopo di arrivare alla prossima stagione turistica ( 2016 ) con un’offerta volta anche alla categoria dei disabili. L’istanza individua azioni, partners e sinergie per finalizzare un possibile progetto che abbia le caratteristiche specificate nel documento depositato, coinvolgendo Regione Toscana, INAIL, il CIP (Comitato Italiano Para-olimpico), la FINP (federazione Italiana Nuoto Para-olimpico) , Associazioni locali, Enti e attività balneari e il Comune di San Vincenzo. Questo progetto – chiude il Movimento 5 stelle – contribuirebbe a ottenere  la «La Bandiera Lilla». Dove una attestazione di particolare attenzione e sensibilità da parte del Comuni verso il Turismo disabile, attesterà l’impegno del Comune di San Vincenzo anche in questo settore così importante dal punto di vista turistico, sociale e culturale.

p.b. La Nazione 8.8.2015

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.