Sospeso il futuro del Paradisino

L’amministrazione comunale di San Vincenzo ha deciso di sospendere l’efficacia di qualsiasi previsione edilizia all’interno dello storico parco del Paradisino per 90 giorni, in via di autotutela. Si discuterà di questa decisione il 28 dicembre (alle 16), alla Torre, in consiglio comunale. A confermare la notizia è l’assessore all’urbanistica Alessandro Bandini.

«L’amministrazione – spiega Bandini – ha deciso di sospendere l’efficacia di qualsiasi atto e progetto di edificazione all’interno del parco. È una ratifica di quanto già era stato deciso alcuni mesi fa in consiglio comunale. La sospensione dell’efficacia degli atti avrà vigore per 90 giorni, fino alle decisioni che si prenderanno in vista del nuovo piano strutturale».

È da vari anni che esistono progetti di edificazione all’interno del Paradisino.
Si tratterebbe di circa 1.500 metri quadrati di appartamenti e Residenza turistica alberghiera.
Ma, nei mesi scorsi, il sindaco Michele Biagi annunciò che non se ne sarebbe fatto di nulla, al fine di preservare lo stato attuale del parco, uno dei luoghi più amati e frequentati del paese fin dagli anni Trenta.

Successivamente, il proprietario del Paradisino, il venturinese Enio Forconi, denunciò a mezzo stampa di possedere tutti gli atti necessari per iniziare la costruzione del progetto firmato dal geometra sanvincenzino Marco Sparapani.
In tale occasione, Forconi minacciò di chiudere al pubblico il parco, e chiese che le previsioni edilizie, in sostituzione del Paradisino, potessero essere messe in atto presso la cosiddetta “Svizzera”, zona vicina al Paradisino, anch’essa di sua proprietà.

In questo momento, tuttavia, Forconi dice di non essere stato avvertito del consiglio comunale del 28 dicembre, sebbene sia a conoscenza delle volontà del Comune.
«Del consiglio del 28 dicembre – dice Enio Forconi – lo apprendo adesso da voi. Nessuno del Comune mi ha avvertito, e nessuno mi ha convocato».
«Nei mesi scorsi – aggiunge Forconi – vi sono stati incontri tra i miei legali e quelli del Comune di San Vincenzo, da cui ho appreso che l’amministrazione comunale intende proseguire per la propria strada. Adesso, infatti, ha deciso di sospendere le previsioni di edificabilità per tre mesi. Non posso fare niente – prosegue il proprietario del Paradisino – finché non avrò i nuovi atti comunali in mano. Ormai se ne riparlerà nel 2012». Il Comune di San Vincenzo, quindi, è deciso a far sì che lo storico parco resti intatto. Vedremo cosa ne penserà Forconi quando avrà i nuovi atti comunali a disposizione.
PAOLO FEDERIGHI – Il Tirreno 24.12.2011

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.