Piano Paesaggistico: il Presidente della Commissione Ambiente piange

Piano Paesaggistico: il Presidente della Commissione Ambiente piange

Comunicato del Comitato per Campiglia:

Si apprende dalla stampa che il Presidente Gianfranco Venturi della Commissione Ambiente della Regione (foto) non accetta di buttare a mare “mesi” di lavoro della Commissione dedicati alla demolizione del Piano Paesaggistico promosso dal Governatore Rossi, e le cui linee programmatiche sono state approvate dalla Giunta ed erano ben note quindi da molto tempo anche ai membri della commissione stessa.

Il gruppo di lavoro formato da decine di urbanisti, architetti, archeologi, storici dell’arte, specialisti in materie naturalistiche e geologiche, giuristi, docenti, ricercatori, studenti ecc., ha impiegato quattro anni per mettere a punto un piano portato ad esempio in tutta Italia per validità scientifica e capacità operativa e caratterizzato da una informazione ai cittadini continua e capillare dei vari livelli di approfondimento che si succedevano nel tempo.

La maggioranza dei nove membri della Commissione Ambiente ha lavorato alcuni mesi per scoprire che il piano avrebbe potuto ridurre la totale libertà di manovra che troppi sindaci, in tanti anni, hanno dato alle lobbies delle cave, del vino e degli immobiliaristi.

Di conseguenza in nome dello sviluppo e della tutela del lavoro hanno proposto a gran voce emendamenti che di fatto vanificano il Piano. Cosa che per altro non deve meravigliare visto che alcune riunioni di “politici” sono sempre più valide di anni di lavoro di poveri intellettuali e tecnici .

Poiché la scelta politica era già stata fatta dalla Giunta e non solo, verrebbe il dubbio che chi in commissione ha portato emendamenti sostanziali al Piano sia di indirizzo politico diverso da quello della Giunta Regionale.

Poiché non è così ci chiediamo cosa sta succedendo: fenomeni di sdoppiamento della personalità? lotte di potere tra fazioni politiche? corse affannose per strappare consensi in vista delle elezioni? ingerenze di poteri esterni? Mistero!!!

Visto che la difesa del lavoro certamente era già nelle priorità della Giunta, portare ora il problema alla ribalta come giustificazione degli emendamenti sembra molto strano. Nella realtà poi si sa da anni a tutti i livelli che la tutela e creazione del lavoro non la si fà nel modo ventilato dalla Commissione, ma mettendo a punto strategie gestionali meno rozze della irreversibile speculazione pura e semplice che continuano a proporre.

Di fronte a tante domande vorremmo avere qualche risposta seria del perché solo ora e così massicciamente il PD spara contro un piano proposto dal PD.

Avendo seri dubbi che tutto ciò abbia a che fare con l’ambiente, il paesaggio e il territorio, aspettiamo democraticamente fiduciosi chiarimenti e risposte, pregando di evitare il solito politichese pieno di luoghi comuni, vento e specchietti per le allodole.

Campiglia Marittima 15 Marzo 2015

Comitato per Campiglia
Alberto Primi

Leggi anche:

Il Pd stoppa Rossi: indietro non si torna, 15.3.2015

Piano paesaggistico, Rossi: “Senza accordo si torni al progetto originale”, 14.3.2015

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.