«Partecipare e decidere insieme» Il sindaco di Piombino sul percorso partecipativo di Baratti

«CI SI AUGURA che tutti i cittadini interessati vogliano dare il proprio contributo con le istituzioni a garantire che ciò avvenga in un processo virtuoso teso a valorizzare le energie positive della nostra comunità». Questo è ciò che si aspetta il sindaco Gianni Anselmi dal percorso partecipativo per Baratti che inizia questa mattina alle 10.

«Una pratica, quella del dialogo e del confronto con i cittadini – dice il sindaco Gianni Anselmi – già avviata negli scorsi anni nella convinzione che il confronto aperto sia un arricchimento per tutti. Per confrontarsi però bisogna saper ascoltare e dialogare.

LA PARTECIPAZIONE non è un concetto che ciascuno declina a suo piacimento o che si traduce necessariamente e sempre nella polemica. Ha l’obiettivo di stimolare interesse, di rendere i cittadini più competenti sulle questioni e sulle scelte che vengono adottate, di favorire la costruzione di un giudizio autonomo, di costruire un terreno neutrale di confronto, in maniera paritaria. Le assemblee pubbliche, da questo punto di vista, non esauriscono le forme di partecipazione ma sono uno, tra i molti, dei pezzi del più grande mosaico di strumenti che il cittadino può utilizzare per incidere nelle scelte pubbliche. Con questa iniziativa l’amministrazione si impegna quindi non solo ad ascoltare ma anche a rendere conto delle motivazioni che stanno alla base di una proposta che oggi è messa a disposizione della discussione. Ci sembra – conclude il sindaco – che questa possa essere un’ulteriore occasione per sperimentare modalità di governo innovative e condivise del territorio coinvolgendo capillarmente cittadini, comitati e associazioni».

 

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.