«Via della Principessa sempre pericolosa: d’estate senza interventi sarà ancora caos»

San Vincenzo: Viliani del Forum chiede correzioni alla viabilità per Rimigliano
La viabilità, e, se vogliamo anche gli interventi strutturali interessanti la ex provinciale via della Principessa, tornano ad essere al centro della pubblica attenzione. Via della Principessa, arteria di primaria importanza turistica in quanto collega San Vincenzo con Piombino, isola d’Elba, Baratti, Populonia, . ma soprattutto permette di usufruire del parco naturale di Rimigliano, degli insediamenti turistici ricettivi, villaggi, campeggi, case per vacanze.

Dopo la burrascosa stagione dello scorso anno quando, lo ricordiamo, era quotidianamente al centro dell’attenzione tanto da essere oggetto di aspri interventi, critiche provenienti da… «tutta Europa», ci si aspettava qualche intervento da parte della Pubblica Amministrazione. Invece, a quanto ci è dato a sapere, tutto tace, è, in altri termini, come parlare ad un «muro di gomma» tutto tace. Insomma, si prosegue e non si sposta una virgola da «quanto deciso dall’alto» in merito alla viabilità, ai parcheggi, pista ciclabile, e quindi sull’utilizzo in sicurezza di questa pubblica arteria.

Questa è una realtà con la quale dobbiamo, anche per altre questioni, quotidianamente farci i conti. Comunque sia, Maurizio Viliani, del gruppo consiliare «Forum del centrosinistra» torna alla carica «rispolverando» il problema viario che tanto ha fatto parlare la scorsa stagione e, a quanto pare,sembra destinato a rimanere ancora oggetto di osservazioni, perplessità, suggerimenti, e prese di posizione da organismi, associazioni ed anche da parte di semplici cittadini non «convinti» della bontà di questa scelta viaria

In questa ottica, Maurizio Viliani dice: «Che facciamo? Il 2012 è già iniziato, ma, di come mettere in sicurezza via della Principessa nessuno sente parlare; le nostre proposte di ricavare la pista ciclabile all’interno del parco di Rimigliano ridando così una parvenza di sicurezza al tratto di Principessa tra il fosso di Botro ai Marmi e la Torraccia, sono state ignorate». Poi, continua: «Proposte dell’Amministrazione non abbiamo avuto il piacere di ascoltarne, e ormai, tra progettazione, appalto ed esecuzione la certezza è una:a giugno, via della Principessa non avrà i requisiti minimi per garantire la sicurezza degli automobilisti, dei pedoni, dei ciclisti, di qualsiasi altro fruitore della strada». Viliani tocca anche l’aspetto economico: «Gli sprechi di soldi pubblici che ogni giorno emergono all’attenzione di tutti impediscono al sindaco di rifugiarsi dietro la facile scusa delle poche risorse; noi sappiamo che San Vincenzo spende male ed incassa persino troppo, pertanto non è possibile addurre motivazioni economiche».

«Se non pensiamo ora a come sistemare via della Principessa, ci ritroveremo — dice Viliani — con altre due stagioni turistiche con una viabilità del tutto inadeguata e rischiosa nella speranza che non si verifichino altri incidenti. L’amministrazione dunque tiri fuori la sua proposta per la Principessa e spieghi perché le nostre non sono attuabili, altrimenti verrà meno, ancora una volta, ad un suo preciso dovere».
P.B. La Nazione

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.