Il PDL presenta interpellanza sulle cave campigliesi

Alla luce di quanto dichiarato nella riunione di venerdì scorso a Venturina, organizzato dal Comitato per Campiglia e Legambiente, Forza Italia ha presentato un interpellanza in Consiglio Provinciale a Livorno, sulla situazione di Monte Calvi.

«Lo scempio che si sta operando in quell’area ha qualcosa di diabolico, da una parte si professa l’ambientalismo come ideologia cardine della Sinistra, dall’altro si perpetrano degli scempi di inaudita portata, come la cancellazione di una montagna» ha dichiarato Maurizio Zingoni, Coordinatore Provinciale di Forza Italia-PDL.

«Ma Monte Calvi – continua Zingoni – non è l’unico caso nella nostra provincia, che sta diventando una vera e propria “palestra” per gli scempi ambientali, da tempo anche a Rosignano la collina di Chioma, è stata ormai disboscata della pineta e, come direbbero i Verdi, oggetto di una “cementificazione selvaggia”, alla faccia dei verdi ormai, sul versante ambientale, hanno il ruolo delle tre scimmiette: non vedo, non sento e non parlo».

Alla luce del censimento di siti ed attivita’ di miniera e di cava nella provincia di livorno previsto dalla Legge Regionale Toscana 3 novembre 1998 n.78 che disciplina le attività estrattive e che affida alle Province la redazione del Piano delle Attività Estrattive, di Recupero delle aree escavate e riutilizzo dei residui recuperabili, i consiglieri di Forza Italia in provincia hanno interpellato il Presidente della Provincia, per conoscere, relativamente alla cava di Monte Calvi situata nel comune di Campiglia Marittima:

a) Se l’autorizzazione con determina dirigenziale che fissava le quantità estraibili fino al 2016: 4 milioni 865mila metri cubi, cinque fasi di coltivazioni e il contestuale ripristino, relativamente alla fase di ripristino è stata osservata, così come era stato previsto dalla autorizzazione;

b) Se la coltivazione autorizzata, che prevedeva un elevato numero di gradoni (22), al fine di favorire il rimboschimento della stessa è stata osservata;

c)Si chiede inoltre che siano trasmesse ai sottoscritti consiglieri, copie di tutta la documentazione relativa alle autorizzazioni, relative alle cave di Monte Calvi.

14.07.2008

Corriere Etrusco

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.