«Il confronto con la gente non va chiuso a febbraio» L’auspicio del garante dopo l’incontro con i comitati

«Sarebbe auspicabile non chiudere il percorso partecipativo a fine gennaio 2011». A sostenerlo è Massimo Morisi, il garante per la comunicazione della Regione Toscana, nel verbale di sintesi, dopo l’incontro che ha avuto con i Comitati per Campiglia e Giù la mani da Baratti (foto). I Comitati hanno espresso le loro perplessità, i loro no, le proposte sul piano particolareggiato di Baratti. Il garante ha evidenziato, nel suo documento conclusivo, alcune osservazioni. «E’ sommessa opinione del garante – si legge nel verbale – che una relazione tecnico–espositva delle ragioni e degli intenti del piano particolareggiato aiuterebbe non poco la chiarificazione del profilo strategico dell’operazione. Si tratta di esplicitare le alternative che l’ipotesi che il piano sostenuto dall’amministrazione esprime ha ritenuto o meno di verificare e di scartare a favore delle opzioni privilegiate – auspica – una integrazione o una evidenziazione delle competenze archeologiche che l’amministrazione ha già mobilitato. Analoga esigenza si prospetta per una chiara ed esplicita assunzione di responsabilità valutatoria da parte della Provincia».

MA SOPRATTUTTO il garante pensa alla necessità di “una riconsiderazione dei tempi decisionali” che “potrebbe recare non poco profitto alla stessa ponderazione che la decisione, il piano particolareggiato appunto, richiede stante la rilevanza del suo oggetto e dei suoi contenuti. È evidente che la data del 28 gennaio è stata individuata come momento di sintesi e di restituzione conclusiva del solo processo parteciapativo, non certo anche del procedimento, ciò nonostante sarebbe auspicabile non chiudere lo stesso percorso partecipativo a fine gennaio 2011 ma definire un calendario parsimonioso e certo che permetta alcuni approfondimenti con cui sgombrare il campo da sospetti o franitendimenti. Tutto ciò in nulla sminuisce – conclude Morisi – la credibilità istituzionale dell’amministrazione comunale. Anzi al contrario, ne incrementa l’autorevolezza».

La Nazione 1.12.2010

Pubblicato su Corriere Etrusco 30.11.2010

Leggi il verbale del garante – documento Pdf

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.