I crocieristi affollano il centro storico di Suvereto

I crocieristi affollano il centro storico di Suvereto
Funziona il connubio vino-territorio:

Non si esaurisce il flusso dei crocieristi che scelgono di visitare Suvereto. La foto è di questi giorni (sabato 27) con i turisti che entrano dalla porta medievale del paese, uno dei pià ricchi di storia della Val di Cornia. Suvereto è ormai diventato uno dei tour per i crocieristi che sbarcano a Livorno anche per il giro delle cantine e dei grandi vini. E oltre al porto di Livorno il flusso del turismo delle navi da crociera sta interessando anche Piombino.

Quest’anno sono cinque, le navi da crociera previste. La prima è stata il 30 giugno «Le Ponant», una piccola nave da crociera con cabine esclusive. Poi due nel mese di settembre: il 19 «Sirena» (195 metri per 680 passeggeri) e il 26 «Crystal Symphony» (238 metri di lunghezza per 922 passeggeri).

Il primo ottobre arriva il «Berlin», una nave lunga 126 metri per 456 passeggeri, non è certo considerata un gigante dei mari; e l’11 ottobre torna «Le Ponant». Dopo il primo sbarco dello scorso anno, si aspettavano più attracchi, ma è pur vero che l’intero sistema portuale non è ancora completato.

Lo scorso anno il 28 agosto c’è stato lo sbarco della prima crociera al porto di Piombino e debutto della nave «Saga Pearl II» proveniente da Minorca con 500 passeggeri a bordo, quasi tutti inglesi è stato positivo. I turisti hanno messo in moto un sistema che ha dato lavoro a circa 40 persone direttamente, tra guide, autisti dei bus e personale del porto. Senza contare il maggiore afflusso nei locali del territorio e nei musei. In particolare sono già una certezza le visite guidate alle cantine di Bolgheri e Suvereto.

Oltre a questo ci sono i Parchi della Val di Cornia con le antiche miniere di Campiglia e la necropoli Etrusca di Populonia e Baratti, Piombino poi con piazza Bovio, il Castello, il Rivellino e il Museo Etrusco, può avere un suo ruolo. Nella prossima stagione avremo un numero di approdi a Piombino ancora maggiore, ma già ora la Val di Cornia beneficia del flusso in arrivo da Livorno. La maggior parte di questi turisti dell’Europa del nord e degli Stati Uniti sono attirati dai grandi vini di Bolgheri e anche dai vini e prodotti di Suvereto che ha tra l’altro anche un bel centro storico da visitare.

La Nazione 1.9.2016

Foto: La Nazione

Leggi anche: Suvereto al festival delle crociere di Miami 13.3.2016

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.