«Fallita l’operazione dei geotubi a Baratti: sindaco, evitiamo altre spese»

«Fallita l’operazione dei geotubi a Baratti: sindaco, evitiamo altre spese»

Appello del consigliere Marco Mosci
La mareggiata danneggia nuovamente le opere a protezione della costa sotto la Chiesina a Baratti. L’Idv chiede al sindaco di «ammettere il fallimento dell’intervento» e lo stop a nuovi lavori. «In questi giorni è stato approvato in consiglio comunale il piano particolareggiato di Baratti segno evidente dell’interesse che questa amministrazione nutre per quello spicchio di territorio.

Marco MosciMentre le scrivo però un evento eccezionale ha nuovamente danneggiato i sacchi posti a riparo della chiesina e delle zone limitrofe, sacchi che già in autunno erano stati rotti da un altro evento eccezionale. Questa tipologia di intervento innovativa e sperimentale, che è costata ai cittadini circa mezzo milione di euro, si è dimostrata tutt’altro che utile – incalza il consigliere Marco Mosci nella lettera inviata al sindaco e agli assessori competenti – la sabbia che vi era all’interno è in parte uscita mescolandosi con quella del golfo rendendo vana la posa in opera dei sacchi stessi. Perché le dico questo?

La settimana scorsa, la giunta ha approvato il piano delle opere triennali dove prevede di spendere ulteriori 167.000 europer risistemare i sacchi che si sono rotti.
Questo piano deve ancora passare dall’approvazione del consiglio comunale, consiglio che però nei 4 anni in cui sono stato in carica è sempre risultato blindato rispetto alle decisioni di giunta. Quello che voglio dire è che due eventi eccezionali in un anno tolgono l’eccezionalità a questi eventi».

Mosci si rivolge poi al sindaco: «Io le chiedo un passo indietro, le chiedo di ammettere il fallimento di quella tipologia di intervento e rinunciare a sistemare sacchi che si romperebbero ulteriormente. Le chiedo di allargare l’orizzonte e vedere come a sud si interviene per preservare l’arenile, le chiedo un atto di coraggio e appoggiare una scelta coraggiosa ma lungimirante, le chiedo di aumentare la spesa per uno spicchio di territorio che sicuramente lei ama come me e come i nostri concittadini, le chiedo di realizzare scogliere che arrivano ad un metro dalla superficie (soffolte) e pennelli che partono dalla spiaggia come quelli che garantiscono ai concessionari dei bagni di Follonica di non dover intervenire ogni anno a sistemare ciò che l’inverno e l’autunno hanno rotto. Le chiedo di eseguire interventi seri e di questo tipo anche nella costa est; le chiedo di porre le basi per uno sviluppo turistico vero dove l’investimento nel lavoro trova garanzie di tutela da parte dell’amministrazione».

La Nazione 26.5.2013

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

2 pensieri su “«Fallita l’operazione dei geotubi a Baratti: sindaco, evitiamo altre spese»

  1. Con tutti i soldi che si pigliano dai parcheggi TUTTI a pagamento questi pezzenti non c’hanno soldi per preservare il bene piu’ grande che hanno.
    Scommetto che per pagare stipendi e bonus a queste facce da culo i soldi ci sono.

    Continuate cosi, a prendere per il culo la gente. Lo sapete che quando poi NESSUNO verrà più dalle vostre parti vi dovrete trovare un lavoro VERO?

    Dalle mie parti non c’e’ piu’ NESSUNO disposto a farsi 150km per farsi SPENNARE dai sindachini di baratti e s vincenzo…

    SALUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.