Ecomostro, richiesta dal Comune di San Vincenzo la demolizione totale

Nuovo episodio della vicenda relativa all’econmostro, la palazzina ritenuta abusiva all’interno del bosco dell’hotel “I Lecci” su cui da mesi sta indagando la Procura. Il Comune ha respinto due richieste di autorizzazione paesaggistica pervenute dalla proprietà ed ha l’intenzione di demolire l’intera palazzina. È quanto ha dichiarato Alessandro Bandini, assessore all’urbanistica, rispondendo ad un’interrogazione del Forum durante l’ultimo consiglio.

«Le due autorizzazioni paesaggistiche richieste dalla proprietà a fine novembre – ha detto Bandini – sono state respinte. Il 31 ottobre scorso la proprietà aveva depositato nei nostri uffici il piano per il ripristino dei luoghi. Oltre al nostro diniego, il 14 dicembre 2011 anche la Commissione ambientale si è espressa in modo contrario. Per il Comune la palazzina deve essere interamente demolita, mentre per la proprietà dovrebbe essere demolito solo il seminterrato».

Relativamente all’edificio, per il quale la forestale aveva accertato gli abusi nell’aprile scorso, e verso il quale il Comune aveva emesso ordinanza di demolizione lo scorso 15 settembre. L’ordinanza, per legge, doveva essere attuata entro 90 giorni, ma l’assessore Bandini ha fatto sapere che c’è stata una deroga dovuta al piano di ripristino presentato dalla proprietà, alla fine di ottobre. Sull’edificio, al momento, qualcuno ha messo le mani. Dalle nuove recenti foto, si può vedere come sia stato ricoperto in pietra il seminterrato. Bertini, in possesso delle foto, ha chiesto quale fosse la ragione di questa nuova e recente copertura del seminterrato. Ma assessori e consiglieri si sono mostrati ignari dell’intervento in questione.
Paolo Federighi – Il Tirreno 26.1.2012

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.