Denunciare il brutto per salvare il bello

Denunciare il brutto per salvare il bello

Dopo la lapide dedicatoria è la volta della struttura architettonica del pozzo di Alessandro di Bartolomeo Verrazzano (1503) vicino al Palazzo Pretorio.
Sembra infatti che la consunzione della malta che ha già provocato la caduta e la rottura della scritta dedicatoria (vedi “Ferita una delle più antiche lapidi di Campiglia” 16 giugno 2013) interessi in maniera preoccupante anche gli angoli della costruzione, soprattutto quello a sinistra di chi guarda il lato sud.
Speriamo in un sollecito intervento, quanto meno di consolidamento, da parte dell’amministrazione che è già stata allertata.

Comitato per Campiglia

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.