“Cave mie dolci cave”

“Cave mie dolci cave”

Eccellente iniziativa da parte di Stile Libero Idee della Val di Cornia che pubblica

 “Cave mie dolci cave 3 luglio 2013/4 novembre 2018.

La pubblicazione raccoglie, anno per anno, tutti gli articoli che Stile libero Idee dalla Val di Cornia ha pubblicato dal 3 luglio 2013 al 4 novembre 2018 sul tema “cave in Val di Cornia”.

Il tema è iniziato con l’accordo firmato il 26 aprile 1999 presso la Presidenza del Consiglio fra la Regione Toscana, la Provincia di Livorno e il Comune di Piombino nel quale era inserito il progetto per la realizzazione di una piattaforma polifunzionale per il trattamento dei rifiuti speciali provenienti dall’impianto Lucchini con produzione di materiale inerte al fine di ridurre l’estrazione di materiale dalle cave della zona, reiterato poi nel Protocollo di Intesa fra Regione Toscana, Circondario della Val Di Cornia, Comuni della Val di Cornia e Provincia di Livorno firmato il 30 ottobre 2002 con l’impegno al finanziamento di quel progetto al fine di ridurre l’estrazione di materiale dalle cave della zona.

Ma è finito ad oggi con la notizia che con due deliberazioni del 30 ottobre 2018 la Giunta comunale di San Vincenzo ha formulato l’indirizzo operativo agli uffici comunali perché vengano predisposti gli atti per promuovere l’accordo di pianificazione per l’ampliamento ulteriore della cava di Montecalvi, come da richiesta della Cave di Campiglia spa, e della cava Solvay di San Carlo, come da richiesta della società Solvay Chimica spa.

Tra questi due estremi stanno passaggi che progressivamente hanno visto aumentare l’estensione nel territorio ed il prolungamento nel tempo delle attività di cava, sia a San Vincenzo che a Campiglia Marittima.

I tanti passaggi sono documentati nei diversi articoli di cui si compone la pubblicazione.

Stile Libero 4.11.2018

 

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.