Ampliamento della Cava di Monte Calvi: il Comune chiarisca la sua posizione

Ampliamento della Cava di Monte Calvi: il Comune chiarisca la sua posizione

Lettera aperta a Rossana Soffritti, sindaco di Campiglia M.ma:

Oggetto: Piano Regionale Cave    

Dopo avere approvato la nuova legge regionale sulle attività estrattive, la Regione ha predisposto una prima stesura del Piano Regionale Cave in base agli indirizzi approvati dalla Giunta regionale.

Poiché questa prima stesura è stata inviata agli enti pubblici, come i Comuni, per raccogliere suggerimenti e proposte, il Comitato vorrebbe conoscere come il nostro ha contribuito o intende contribuire a questa fase.

Considerato poi che il sistema estrattivo dei giacimenti di San Vincenzo e Campiglia Marittima è lo stesso, il Comitato vorrebbe anche sapere come si intende porsi davanti alla contraddizione tra quanto potrebbe decidere il Comune di San Vincenzo in merito alla richiesta di un macroscopico ampliamento della cava sul Monte Calvi e quanto da Lei sempre sostenuto, sul fatto che le attività estrattive devono essere attività residuali ed in esaurimento.

Vista la contraddizione palese tra ipotesi di ampliamento delle cave e il Piano Paesaggistico regionale, tra la crisi del settore metallurgico di Piombino e la previsione di ulteriori estrazioni massicce di microcristallino, chiediamo a Lei, rappresentante di tutti i cittadini di Campiglia Marittima, di chiarire le posizioni del Comune e le reali necessità estrattive definite dalle reali richieste di mercato.

Restando in attesa di una risposta esauriente che rassicuri anche chi dalla tutela del paesaggio trae fonte di lavoro, inviamo auguri di buon lavoro.

Campiglia Marittima 24 novembre 2018

Comitato per Campiglia

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.