Rossi: “La Toscana del futuro non è quella che vive di rendita”

“L’atteggiamento dei comitati, che spesso rappresentano posizioni di rendita, è troppo diffuso. Chi viene ad investire nella nostra regione e rispetta le leggi, i vincoli e l’ambiente, è il benvenuto”

“La Toscana del futuro non è quella che vive di rendita”. A dirlo è il presidente della Regione Enrico Rossi, intervistato dal direttore di Irpet, Stefano Casini Benvenuti, durante il workshop “Le reti che fanno crescere l’Italia”, organizzato dalla Fondazione Italianieuropei e dall’Associazione Romano Viviani a San Casciano Val di Pesa.

“L’atteggiamento dei comitati, che spesso rappresentano posizioni di rendita, è troppo diffuso in Toscana. Ma con il massimo rispetto dei vincoli ambientali – afferma Rossi – dobbiamo dire che se vogliamo tutelare davvero il nostro territorio, c’è bisogno di dargli maggiore sviluppo attraverso una ripresa costruttiva.

La Toscana del futuro non è quella che vive di rendita. Chi viene ad investire nella nostra regione e rispetta le leggi, i vincoli e l’ambiente, è il benvenuto. La Toscana deve tornare ad essere una terra che attrae investimenti. Non possiamo permetterci di vivere di solo turismo. Quello di cui abbiamo bisogno è un settore manifatturiero sviluppato e competitivo. E questo si può fare tutelando l’ambiente, senza però cedere ai ricatti”.
Gonews.it (Fonte: Regione Toscana)

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.