Nuova zona industriale alle LAVORIERE – A che punto siamo? (2009)

Pur essendo già da tempo iniziata l’utilizzazione del centro inerti della Betonval, risulta che solo nei giorni passati è stato iniziato il completameto delle opere in corso su Via delle Lavoriere.

L’interruzione dell’accesso alla 398 e alla Superstrada hanno reso obbligatorio il passaggio degli automezzi dalla sola via delle Caldanelle su un ponte dove fino a poco tempo fa il traffico era proibito agli automezzi con carico superiore a 6 tonnellate.

La promessa schermatura dello stabilimento è stata fatta fare con alberature con sviluppo minimo. Se ne vedranno gli effetti tra venti anni.

L’impianto ex- BETONVAL, pur essendo in funzione, non sembra ancora avere ottenuto il certificato di agibilità.

La nuova viabilità al Dicembre 2008 risultava priva di collaudo anche se già da tempo transitata dai mezzi e aperta di fatto a tutti con gli eventuali rischi per cose e persone.

Se così fosse non sono stati rispettati gli impegni di realizzare prima dell’agibilità, strade, illuminazione, ecc.

Nessuna risposta è giunta dall’amministrazione alla richiesta di chiarimenti circa i criteri  e fonti di approvvigionamento dell’acqua. Oggi avviene dall’impianto di depurazione ma domani, quando tutte queste acque saranno portate alle acciaierie, da dove arriverà l’acqua visto che non può essere ricavata da pozzi? Ricordiamo che il calcestruzzo contenuto nelle betoniere è costituito per un terzo da inerti, per un terzo da cemento e per un terzo da acqua.

Durante le ultime precipitazioni si è assistito poi ad allagamenti diffusi dei campi il che fa pensare che le cose peggioreranno se verrà impermeabilizzata tutta l’area industriale delle Lavoriere dove oggi la Betonval occupa solo una  parte non significativa.

Non sappiamo se è stato fatto un approfondito studio e valutazione del rischio idraulico anche alla luce degli ultimi avvenimenti atmosferici.

Comitato per Campiglia

20 febbraio 2009

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.