1

Il Comune abbatte il rudere di via Dini. Ci nascerà un giardino

È da anni che il Comitato per Campiglia denunciava la pericolosità dell’edificio abbandonato dal 1947! (*)

Il Comune di Campiglia procede nel percorso per la demolizione di un edificio pericolante e del ripristino dell’area su cui sorge, nel rione Poggiame, centro storico di Campiglia Marittima. L’intervento riguarda un edificio in stato di completo abbandono, localizzato all’interno in pieno del centro storico, all’incrocio fra via R. Fucini e via F. Dini. Le fasi di lavoro comprendo la realizzazione di un ponteggio in metallo, necessario alla fase riguardante la demolizione; la demolizione e il trasporto in discarica del materiale di risulta.

Sull’attuale area occupata dall’edificio sarà realizzato uno spazio accessibile ed usufruibile dalla comunità, con pavimentazione  rivestita in pietra, protetto da alcune ringhiere decorative  e dotato di arredo urbano; a eseguire l’opera saranno direttamente gli operai comunali, in circa 60 giorni, a lavori in corso saranno necessarie alcune limitazioni al traffico  nelle vicinanze dell’immobile, inoltre sarà utilizzata parte di uno dei parcheggi di via Mussio per il deposito di materiali.

“La creazione di un piccolo giardino urbano che si integrerà con l’ambiente circostante, perché parte delle pareti del rudere verranno mantenute per creare un effetto più suggestivo – afferma l’assessora al centro storico Viola Ferroni – ha l’obiettivo di risolvere nel migliore dei modi questo annoso problema che da decenni si protrae all’interno del centro storico”.

Ufficio stampa Comune di Campiglia

(*)

Tutti gli interventi di Laura Riccio, proprietaria di une casa in Via Dini e socia del Comitato per Campiglia: