Fulmine sulla Rocca, situazione sotto controllo, pretende il Comune

Fulmine sulla Rocca, situazione sotto controllo, pretende il Comune

4 giorni dopo i fatti, il Comune si vuole rassicurante ma non ci convince.

Relativamente al fulmine che si è abbattuto giovedì sera sulla parte sommitale della Rocca di Campiglia facendo cadere alcuni conci di pietra sulla passerella del belvedere, l’assessore ai beni culturali di Campiglia Jacopo Bertocchi dichiara:

“Alle ore 9,00 di venerdì 10 giugno il Comune di Campiglia ha appreso dell’accaduto, l’evento si è verificato la sera prima durante il forte temporale per il quale era stata lanciata l’allerta meteo. La sindaca è stata immediatamente avvisata e nella stessa mattina sono stati presi contatti anche con i tecnici della Parchi Val di Cornia, per i sopralluoghi di opportuna competenza della società che ha in gestione il monumento e il museo.

Le squadre degli operai, insieme a un tecnico comunale, hanno prontamente provveduto alla messa in sicurezza dell’area evitando ogni eventualità di pericolo che, per i cittadini e per le case circostanti non è stato rilevato. Proprio perché la parte del monumento danneggiata è stata messa tempestivamente in sicurezza e non si sono ravvisate situazioni di pericolo o disagi per cittadini e visitatori, è stata apposta la sola segnaletica in loco”.
Ovviamente l’auspicio è di poter ripristinare il prima possibile la situazione di totale visibilità dell’area danneggiata.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI CAMPIGLIA

Tratto da Stile Libero

NB (CxC):

Il Comune pretende che non c’è pericolo per le case circostanti. Non è la nostra impressione dopo aver visto il giardino di privati che si trova sotto la Rocca. Loro non nascondono la loro inquietudine perché sassi e terra continuano a cadere nella loro proprietà 4 giorni dopo il temporale. La prova con queste foto:

   IMG_0722  IMG_0728

IMG_0729   Sassi giardino

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Un pensiero su “Fulmine sulla Rocca, situazione sotto controllo, pretende il Comune

  1. come si può ben vedere dalle foto pubblicate dal CxC mi pare che non si tratti soltanto della caduta’di alcuni conci’ ma dell’angolo superiore del monumento che era ancora integro . Un danno grave che abbisogna di un restauro ‘esperto’. In questo senso le grosse pietre cadute anche nel giardino privato sottostante devono essere conservate e sottoposte al giudizio di esperti . Mi sembrerebbe pertanto importante coinvolgere oltre che la Parchi anche la Soprintendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.