Fotovoltaico, mega impianto alla foce del Cornia

La Provincia ha dato il via libera alla costruzione di un mega impianto fotovoltaico alla foce del Fiume Cornia, della potenza di 18 megawatt, qualcosa come il doppio di quello previsto ai Forni di Suvereto. A costruirlo sarà la società “Fera” di Milano che da mesi ha presentato il progetto all’amministrazione comunale, alla Provincia ed in Regione per i permessi necessari.

A due passi dall’oasi Wwf ed alle spalle del parco della Sterpaia, prenderanno il via i lavori che dureranno alcuni mesi, per l’installazione di decine di pannelli fotovoltaici.

Nell’esprimere il parere positivo, la Provincia ha raccomandato all’impresa costruttrice l’adozione di norme a tutela sia dell’avifauna che dell’intero ambiente circostante. In particolare, molta attenzione dovrà essere fatta durante l’asportazione del materiale di scavo, in modo da ridurre al minimo i disagi per le nubi di polvere causate dal movimento della terra.

Altre prescrizioni riguardano l’adozione di norme per il contenimento dell’impatto elettromagnetico e forme di tutela per evitare che le acque utilizzate durante le lavorazioni finiscano nelle canalizzazioni già presenti.
La conclusione dell’intero iter amministrativo spetta alla Regione, che dovrà esprimersi in merito alla valutazione d’impatto ambientale, ma il parere della Provincia sembra non opporre ostacoli alla realizzazione di uno degli impianti fotovoltaici più grandi di tutta Italia.
Un primato che darà alla Val di Cornia il primato di “terra del sole”, dal quale ricavare energia pulita da immettere sul circuito nazionale.
Il Tirreno 17.10.2011

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.