Campana silenziosa durante un giorno per il lifting del Pretorio

Campana silenziosa durante un giorno per il lifting del Pretorio

Oggi la campana del Palazzo Pretorio di Campiglia non suonerà. Sono infatti necessari alcuni lavori alla vela campanaria per la cui esecuzione è necessario bloccare la campana i cui rintocchi scandiscono da secoli la quotidianità del borgo. Rintocchi ai quali i campigliesi e non solo sono particolarmente affezionati, tanto da aver creato nel tempo divisioni sul “suono sì” “suono no” anche di notte.

Dalle 9 di questa mattina quindi la campana si ferma per consentire le operazioni di sistemazione della vela campanaria. Occorrerà provvedere al fermo dell’orologio fino alla stessa ora di domani,  per la sicurezza degli operatori e affinché le malte speciali utilizzate “maturino”.

Con la determina dirigenziale numero 443/17, il dirigente del settore assetto del territorio ha dunque incaricato la ditta edilizia acrobatica per l’esecuzione dei lavori per una spesa complessiva di 11.800 euro (oltre Iva).

La cifra comprende il ripristino della copertura del tetto, il rifacimento dei discendenti in rame e delle gronde e del ripristino, appunto, della vela campanaria di Palazzo Pretorio. Le opere saranno eseguite da personale specializzato, con l’uso di attrezzi, corde, calate necessarie per le operazioni in sicurezza, senza l’uso di ponteggiature antiestetiche, costose e pericolose per l’intrusione da parte di estranei nel palazzo.

Così anche a Campiglia si vedranno come già si sono visti all’opera in altri centri storici, basti solo pensare al Ponte Vecchio a Firenze, dei muratori e restauratori acrobati che, oltre a fare manutenzione, in qualche modo daranno anche spettacolo.

Il Tirreno 22.8.2017

Leggi anche:

Non solo la Rocca… 19.6.2016

image_pdfSalva Pdfimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.