Attuale »

21 Settembre 2021 – 13:24 |

Il progetto da 100 posti letto sulla Costa est è considerato «una provocazione» e quelli delle Fabbricciane e Sant’Albinia «non sono certo da meno».
 
Sabato 25 settembre il circolo Legambiente Val di Cornia, dopo le osservazioni e opposizioni presentate al …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Bertini: “Attenzione alle parole, la marcia indietro è apparente”

Inserito da il 19 Ottobre 2016 – 09:06Nessun Commento

Il caso dell’annullamento della Variante Park Albatros.

Attenzione, la delibera che annulla la variante urbanistica per l’ampliamento del Park Albatros, è fatta in modo da lasciare aperte tutte le possibilità di un nuovo intervento.
Nicola Bertini, coordinatore delle liste civiche della val di Cornia, lunedì sera ha partecipato all’assemblea pubblica organizzata dalla lista «Assemblea Sanvincenzina», il gruppo che ha sollevato il caso delle casette abusive al park Albatros.

park-albatros

Il capogruppo di As Paolo Riccucci e Fabiana Boccini (consigliere comunale di As) hanno ripercorso i vari aspetti della vicenda presentando le «slide» che sono state anche allegate all’esposto alla Procura della Repubblica di Livorno.

Ci sono stati anche gli interventi di Gianluigi Palombi (Forza Italia) che ha parlato di fallimento della politica urbanistica della maggioranza, di Alberto Primi (Comitato per Campiglia) che ha ricordato altri episodi come il caso Paradù a Donoratico o la Barcaccina a Vada. Alessio Landi, per il Movimento 5 Stelle ha ricordato l’interrogazione presentata in regione di cui parliamo nell’articolo a fianco con la richiesta finale della Regione di chiarimenti al Comune di San Vincenzo.

Infine Nicola Bertini ha fatto il punto sulla delibera che in un certo senso segna la retromarcia dell’amministrazione comunale sulla possibilità di approvare un ampliamento del villaggio turistico dopo la scoperta delle 250 casette abusive e relativa ordinanza di rimozione.

«In realtà – spiega Bertini – il testo della deliberazione (la numero 200 del 17/10/2016) è un po’ criptico. Non ci si limita ad annullare l’atto precedente, ma si aggiungono delle affermazioni che possono diventare un appiglio per atti futuri». «Per esempio – rileva Bertini – il fatto di aver inserito in quel documento il seguente passaggio: “Ritenuto opportuno e necessario procedere all’annullamento degli atti di avvio dei procedimenti di Vas e variante sopra richiamati considerata l’inesattezza di alcune delle documentazioni oggetto di valutazioni riservandosi l’adozione di nuovi atti di avvio dei procedimenti a seguito di presentazione di valida documentazione opportunamente verificata dagli uffici comunali negli aspetti formali“ è un equilibrismo lessicale, un tributo alla precauzione che viene concluso con la conferma (probabilmente a favore della tranquillità della proprietà) che prelude a una nuova valutazione di atti, obbligatoriamente rispondenti alla realtà e opportunamente verificati dai tecnici comunali». «Occorre continuare a vigilare su questo caso – dice Bertini – perché potremmo essere solo alla prima puntata della vicenda».

La Nazione 19.10.2016

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.