Attuale »

19 Ottobre 2021 – 18:26 |

LETTERA APERTA
Gent. D.ssa
Alberta Ticciati
Sindaca del Comune di Campiglia Marittima
Oggetto: Baracche di cantiere abbandonate a La Fonte di Sotto
Dopo due anni da una richiesta in merito, non essendo cambiato nulle nel frattempo , le inviamo nuovamente il …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Forum del Centrosinistra sull’appello per Rimigliano

Inserito da il 5 Luglio 2011 – 08:00Nessun Commento

«Non dimentichiamoci della Val di Cornia»
Il gruppo consiliare «Forum del Centrosinistra», con un comunicato raccoglie con entusiasmo l’appello lanciato dal Comitato «Giù le mani da Baratti», Comitato «per Campiglia» e Legambiente Val di Cornia. «La nostra speranza è che l’attenzione delle forze sociali della Val di Cornia possa portare l’amministrazione comunale, finora sorda a queste richieste, a rimettere in discussione quanto deliberato alla luce delle criticità emerse anche grazie alle segnalazioni della Regione». Così si esprimono Nicola Bertini e Maurizio Villani del gruppo consiliare. «Una speranza oggi più forte — si legge — perché dopo l’impegno generoso dei cittadini nella campagna referendaria, dopo le richieste di cambiamento che arrivano più e meno evidenti da più parti, riteniamo che la maggioranza sanvincenzina farebbe un errore gravissimo a non ascoltare istanze di partecipazione alla vita democratica». Poi, il Forum fa rilevare e si chiede come «…per conto di chi pianifichiamo il territorio? Nei piani degli anni ’70 che volevano fare di un parco agricolo e naturale, l’interesse pubblico era evidente e prevalente; oggi che l’emergenza del consumo di suolo e di risorse mette alle strette i modelli di sviluppo sinora perseguiti in tutta la Val di Cornia e non solo, si sceglie di abbandonare quella via per permettere la solita speculazione edilizia». Il comunicato prosegue: «…Questo territorio ha bisogno di basare l’avvenire dei giovani su basi salde, che non siano spazzabili via dai capricci della speculazione finanziaria e che garantiscano la conservazione della risorsa da cui deriva ogni altra speranza economica e culturale: il territorio». Poi, il Forum del centrosinistra conclude «….Gli spazi per rimettere tutto in discussione ci sono e sta all’amministrazione percorrerli dimostrando il coraggio che non mancò a Lido Giomi quarant’anni fa».
P.B. La Nazione 5.7.2011

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.