Attuale »

5 Settembre 2021 – 11:01 |

Un socio ci comunica uno strano fenomeno avvenuto a Campiglia. Come tanti visitatori del borgo antico ricorderanno, fino a qualche anno fa esisteva di fronte all’ingresso della Rocca un vecchio olmo (qualcuno lo diceva centenario) …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Baratti, la nostra ricchezza: territorio, identità ed economia in Val di Cornia

Inserito da il 10 Maggio 2011 – 08:50Nessun Commento

Le tre Università toscane parlano di e dell’economia locale. Dopo il percorso partecipativo e lo stop al piano particolareggiato del Comune, che avrebbe alterato l’identità e la bellezza del golfo, il Comitato Giù le mani da Baratti non si ferma e vuole dimostrare che un’altra economia è possibile: un’economia sostenibile, basata sulle risorse archeologiche, storiche, ambientali e paesaggistiche. Lo fa con un importante convegno organizzato per venerdì 13 maggio, con inizio alle 16,30 proprio a Baratti, presso il Ristorante Demos, e al quale interverranno economisti e studiosi dei tre atenei della Toscana.

Dopo il primo convegno del 14 gennaio scorso sulla conoscenza e la tutela, con questa nuova iniziativa Giù le mani da passa dalla protesta alla proposta, riaprendo il caso Baratti alla vigilia della nuova stagione estiva, richiamando così l’attenzione sulle emergenze, sui rischi e sulle potenzialità di uno dei golfi più belli della costa toscana.

Baratti, la nostra ricchezza: territorio, identità ed economia in Val di Cornia: “con questo titolo” – affermano gli organizzatori – “intendiamo riflettere non soltanto sul destino di Baratti, ma su un nuovo modello economico e turistico per l’intera Val di Cornia, non più basato sulla vecchia idea quantitativa della crescita, ma sulla tutela e sulll‘integrazione dei diversi fattori, in modo che cultura e ambiente possano effettivamente divenire il perno della struttura economica del territorio, alimentando innovazione, qualità e occupazione”.

Paesaggio, turismo, parchi, e partecipazione saranno i temi affrontati dal Prof. Gianluca Brunori dell’Università di Pisa, dal Prof. Lionello Punzo, dal Prof. Franco Cambi e e dalla dott. ssa Luisa Zito dell’Università di Siena, dal Prof. Massimo Morisi dell’Università di Firenze e dal dott. Luca Sbrilli, presidente della Società Val di Cornia. L’introduzione dei lavori è affidata al portavoce del Comitato, Daniele Quinti, mentre il coordinamento è a cura di Marina Riccucci dell’Università di Pisa.

L’incontro è patrocinato da Legambiente, da Italia Nostra e dallo stesso Comune di Piombino. È aperto a tutti i cittadini e sono stati invitati a partecipare anche gli amministratori locali, tutte le forze politiche e le diverse categorie economiche.

Comitato Giù le mani da

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.