1

Baratti, via al piano di riordino. Il parcheggio dietro la Pergola diventa a pagamento

Firmato un accordo per mettere ordine e riqualificare l’area di Baratti. Il parcheggio dietro la Pergola diventa a pagamento, sarà riqualificato il Reciso. L’intesa è stata firmata, prima delle elezioni, dal sindaco Massimo Giuliani, dal rappresentante legale di Populonia Italica Stefano Melloni e da quello di Populonia Green Parl Luca Balleri, e rappresenta la volontà di definire lo status giuridico dei parcheggi alla Pergola, Fontina e Casone e al Reciso, per la realizzazione di servizi orientati alla promozione del turismo sportivo nelle aree del promontorio e per la riqualificazione di tutta l’area.

Nel corso delle verifiche effettuate durante l’iter di elaborazione del Piano di mobilità infatti, era emerso che i terreni in questione erano privati e che dal 1986 erano state avviate procedure di esproprio da parte del Comune mai perfezionate.

L’accordo con questi due soggetti privati ha rappresentato quindi una soluzione per consentire al Comune di acquisire al patrimonio pubblico le aree di sosta Fontina, Casone e Reciso, prevedendone un vero e proprio intervento di riqualficazione.

Baratti parcheggio Fontina

Al Reciso, ad esempio, è prevista la realizzazione di una struttura di servizio polivalente a servizio dei fruitori del promontorio con interventi di sistemazione dell’area per consentire la manovra o la sosta di mezzi pubblici. La struttura di servizio, che sarà gestita dalla società Populonia Green Park, sarà dotata di attrezzatura di primo soccorso, noleggio mountain bike, distributori self service di snack e bevande e rappresenterà un punto di informazione/accoglienza. Saranno realizzati servizi igienici a uso pubblico.

La sistemazione dell’area sarà a carico della Populonia Green Park (Pgp) che entro 120 giorni dalla firma dell’accordo dovrà presentare in Comune il progetto definitivo. A questo si accompagna la servitù a uso pubblico sulle aree che serviranno alla realizzazione del percorso ciclopedonale di collegamento fino al borgo. La durata del diritto di superficie sarà determinata in rapporto all’investimento che verrà realizzato da Pgp e del relativo piano di ammortamento con possibilità di rinnovo.

Allo stesso tempo, a compensazione dell’acquisizione al patrimonio comunale di tutte le altre aree a titolo gratuito, il Comune ha rinunciato alle pretese sull’area a parcheggio della Pergola su cui viene consentita a Pgp la gestione della sosta a pagamento, con l’obbligo di conformare le tariffe a quelle deliberate dal Comune per i propri parcheggi. Oltre a questo, con questo accordo, la società Pgp si è impegnata a individuare comunque 4 posti auto per la sosta libera gratuita, per carico/scarico merci e natanti, e 3 posti riservati ai disabili.

Maila Papi – Il Telegrafo 5.6.2019