Attuale »

18 Settembre 2020 – 21:01 |

PROTOCOLLO DI INTESA PER IL RECUPERO E LO SVILUPPO DEL PATRIMONIO AMBIENTALE, INDUSTRIALE, ARCHEOLOGICO E CULTURALE DELL’AREA MONTE CALVI, CAMPIGLIA M.ma
Nell’incontro pubblico di lunedì 14 settembre, il sindaco di Campiglia, d.ssa Ticciati, ha illustrato i …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Cultura, storia

Cinque artisti per tramandare la memoria dell’Albero di Cecchino

Inserito da il 3 Novembre 2018 – 06:57Un commento

Domenica 4 novembre alle 10.15 al centro civico Mannelli di Campiglia Marittima si potranno vedere i risultati del progetto di valorizzazione della Memoria dell’Albero di Cecchino, l’olmo che per oltre due secoli ha “presidiato” l’ingresso al da sotto la Rocca ed è stato testimone e ispiratore di tante storie.

Nell’occasione, e in contemporanea con la mostra in corso sui 50 anni dell’Ente Valorizzazione Campiglia, l’amministrazione comunale organizza una piccola cerimonia per inaugurare il posizionamento delle opere, realizzate con parti stesse dell’albero o a esso ispirate, donate a Campiglia da cinque artisti: Fulvio Ticciati, Giovanna Maria Vanni, Daniele Toncelli, Paola Salvestrini e Gisella Giovannoni.

Saranno presenti oltre alla sindaca Rossana Soffritti e alla giunta anche gli stessi artisti e le persone che a vario titolo hanno collaborato alla realizzazione e all’allestimento della m ostra permanente. In primis Arietto Martelli che negli anni ha saputo valorizzare, anche  attraverso ben quattro libri dedicati ai racconti dell’Albero, questo patrimonio di memoria del gigante verde di Campiglia. In un secondo momento sarà allestita una mostra con i lavori e le riproduzioni dei lavori eseguiti dalle scuole di Campiglia sul tema dell’Albero di Cecchino e sarà organizzato un momento di incontro per le scuole.

Dal libro “Il vecchio e l’albero –Personaggi campigliesi” di Arietto Martelli,  riportiamo il testo poetico che si poteva leggere vicino all’olmo: “Albero di Cecchino grande amico, ti sono affezionato e te lo dico, la tua verdura e il canto del grillo mi fanno sentire allegro e anche tranquillo; la tua pazienza, i tuoi discorsi sani e il modo con cui tratti con gli anziani, la gentilezza che usi coi passanti, con le persone che ti passano davanti, mi fanno dire tieni qui la mia mano, meriti di chiamarti albero umano”.

Comune di Campiglia M.ma

 

Print Friendly, PDF & Email

Un commento »

  • Giulia Calvi ha detto:

    Quello che è stato piantato al posto del vecchio olmo è però gia morto. Spero che venga ripiantato e che sopravviva. Ora è un triste spettacolo..

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.