Attuale »

10 Dicembre 2019 – 09:45 |

Al porticciolo di Baratti è in corso la realizzazione di nuove rimesse per attività di nautica da diporto.
Tutto ciò risale al caso del Piano Particolareggiato di Baratti e Populonia che il Comune fece redigere nel …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

“La Sinistra ha perso la misura sull’ambiente”

Inserito da il 9 Agosto 2017 – 14:03Nessun Commento

Scrive il geologo Antonio Muti:

La sensibilità ambientale è patrimonio di tutti ma in particolare dei valori della Sinistra. Ci si accorge oramai da tempo che la Sinistra ha perso la misura sull’ambiente.

Vedi:

Castagneto Carducci e il Romitorio. ‘Le piccole Alpi maremmane’, così le vorrei chiamare per il grande valore GEOLOGICO, storico, ambientale ed archeologico, aggredite da una facile antropizzazione con strade e postazioni di Caccia.

La Scala Santa nel Comune di San Vincenzo oramai in mano della Solvay con i loro scellerati ampliamenti estrattivi.

Le cave di Campiglia che stanno minando la stessa esistenza del Parco e del nostro unico rilievo morfologicamente importante come Monte Calvi.

La cava di Montevalerio che ha cancellato una storica memoria mineraria e di industriale.

Sono gli attuali biglietti da visita del nostro territorio che non a caso ha prodotto politicamente un sottosegretario all’ambiente. Strano tutto questo.

Avevo in passato manifestato anche la possibilità di rivedere le tecnologie estrattive e di ripristino ma sembra oramai tutto ancorato a tecniche di 30 anni fa molto più redditizie e più devastanti. Il tutto con il consenso della Regione Toscana e del pensiero di Sinistra.

L’occupazione negli anni 2000 si fa con altre motivazioni rivolgendosi al turismo, ai borghi, ai vini, alla gastronomia, alla cultura, alla storia, ai paesaggi, alla costa, al mare, alle nostre colline. Tutto questo  costa poco come investimenti. Sono lì. Basta utilizzarli con parsimonia e giudizio.

Antonio Muti
Geologo presso ASA Azienda Servizi Ambientali
(Commento mandato al CXC)

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.