Attuale »

1 Gennaio 2020 – 19:24 |

Johann Sebastian Bach Arioso Cantata BWV 156
Registrato l’autunno scorso nella capella della Chiesa di Campiglia.
Grazie a Don Marcello!
No tags for this post.

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio, Documenti, iniziative

“No, le cave non costituiscono un male necessario”

Inserito da il 11 Aprile 2017 – 14:31Nessun Commento

“Non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe” (Matteo, VII, 6)

L’incipit biblico di queste riflessioni potrebbe fuorviare – in tempo di Pasqua – dal significato che questo assume nel contesto campigliese.

In realtà si vogliono enfaticamente evidenziare i contrasti – per non dire contraddizioni – tra quanto di bello offre Campiglia e la Val di Cornia e le scelte in materia di tutela dell’ambiente e del paesaggio poste in essere pervicacemente dalle Amministrazioni che si sono succedute nel governo del territorio.

Le deturpano sicuramente  il paesaggio e  non costituiscono attualmente un “male necessario” ai fini dello sviluppo economico di questo paese.

Anzi. Costituiscono  un vulnus irreversibile, anche se si provvedesse a camuffare con del verde i giganteschi anfiteatri scavati in cima alle colline..

Tra la legittimità dei provvedimenti che ne consentono la coltivazione e l’art. 9 della Costituzione che impone la tutela del paesaggio dovrebbe, deve prevalere l’obbligo stabilito da quest’ultima..

Ma così non avviene, perché gli amministratori non vedono il futuro, la dimensione ristretta del presente è l’unica che hanno. Eppure  dovrebbero indossare gli occhialini a 3 D come quando  al cinema proiettano alcuni film: vedrebbero il futuro, vedrebbero cosa ne sarà di luoghi che certamente anch’essi amano e ai quali sono legati. Se il fiume Cornia ha impiegato millenni a formare la valle, ci vorranno soltanto decenni  per la scellerata mutazione morfologica dei luoghi ormai in atto.

I porci stanno calpestando le perle e non se ne rendono conto.

Laura Riccio
Comitato per Campiglia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.