Attuale »

26 Marzo 2020 – 08:58 | Un commento

Camerini: « Un progetto ambizioso per traghettare il nostro patrimonio millenario nel futuro»
Presto una mediateca digitale per conoscere la storia di Campiglia Marittima: un progetto senza costi, ideato e curato dall’assessore alla Cultura Gianluca Camerini.

Tags: …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

«Un piano in dieci punti per rilanciare il centro storico di Campiglia»

Inserito da il 4 Gennaio 2017 – 13:41Nessun Commento

L’assessore alla partecipazione Massimo Battaglia presenta il progetto arrivato alla fase operativa. 

«Facciamo centro insieme. Definito il manifesto e i punti da attuare. La Giunta di Campiglia nella sua ultima seduta ha approvato la delibera che licenzia il manifesto della partecipazione del progetto «Facciamo Centro Insieme», co-finanziato dalla Regione Toscana.

Facciamo centro

Il percorso è iniziato un anno fa, il 7 dicembre 2015, con l’obiettivo di migliorare il di Campiglia attraverso un programma di idee condivise tra i principali attori locali e con la partecipazione diretta dei cittadini (sia residenti che fruitori abituali del , quali turisti e lavoratori o volontari).

«Siamo soddisfatti del percorso e del quadro di idee emerse dal processo partecipato – ha dichiarato Massimo Battaglia assessore con delega alla partecipazione – avremmo forse sperato in una partecipazione maggiore di cittadini nel corso dell’iniziativa assembleare aperta, ma la molteplicità degli strumenti adottati ha comunque permesso di far emergere priorità e preferenze, e questo era l’input che volevamo.

Sulla base di tali indicazioni abbiamo redatto un manifesto di attività che prevede impegni per i prossimi due anni e mezzo chiari e scadenzati temporalmente». Gli interventi abbracciano diversi temi, e saranno presentati al pubblico in una iniziativa aperta che sarà organizzata nel mese di gennaio.

Nel merito, i 10 punti del Manifesto vanno da azioni orientate ad accrescere l’attrattività residenziale del centro storico (riduzione Tari per nuovi residenti, recupero di strutture pubbliche destinate ai giovani, e creazione di una sala della musica al Centro Mannelli), a interventi finalizzati ad incentivare la riqualificazione estetica del centro storico (riduzione canoni e oneri per i privati per interventi di ristrutturazione, e organizzazione di premi per contributi all’arredo urbano dei privati), fino ad interventi a supporto delle attività commerciali e del turismo (supporto alla qualificazione professionale degli operatori economici locali, contributi per aperture di attività anche in periodi non di picco stagionale, e creazione di una nuova cartellonistica turistica). Infine uno studio apposito sarà condotto sull’intero capoluogo per valutare il miglioramento della viabilità e le opportunità di aumentare la disponibilità di parcheggi.

La Nazione 3.1.2017

 

Dieci punti per migliorare Campiglia

Approvato il manifesto per riqualificare il centro storico e attrarre residenti anche con la riduzione della Tari

La giunta,nella sua ultima seduta dell’anno ha approvato la delibera che licenzia il manifesto della partecipazione del progetto Facciamo Centro Insieme, co-finanziato dalla Regione. Il percorso era cominciato il 7 dicembre 2015 con l’obiettivo di migliorare il centro storico attraverso un programma di idee condivise tra i principali attori locali e con la partecipazione diretta dei cittadini (sia residenti che fruitori abituali del centro storico, quali turisti e lavoratori o volontari).

Il processo è stato guidato dall’amministrazione, in collaborazione con un Comitato per la Partecipazione costituito da rappresentanti politici del consiglio comunale e della giunta, e da esponenti locali dell’associazionismo, del volontariato e del commercio.

Molteplici sono stati gli strumenti di partecipazione e interazione con i vari portatori di interesse: sono state effettuate interviste a dodici informatori chiave scelti dal Comitato per la partecipazione e considerati rappresentativi di interessi locali importanti; è stata organizzata una assemblea aperta al pubblico nel mese di aprile; sono stati inviati questionari a tutti i residenti. Infine sono stati attivati vari strumenti di comunicazione on line (2 piattaforme di dialogo permanenti e una mail istituzionale dedicata).

Massimo Battaglia, assessore con delega alla Partecipazione, afferma: «Siamo soddisfatti del percorso e del quadro di idee emerse dal processo partecipato. Avremmo forse sperato in una partecipazione maggiore di cittadini nel corso dell’iniziativa assembleare aperta, ma la molteplicità degli strumenti adottati ha comunque permesso di far emergere priorità e preferenze, e questo era l’input che volevamo.

Sulla base di tali indicazioni abbiamo redatto un manifesto di attività che prevede impegni per i prossimi due anni e mezzo chiari e scadenzati temporalmente. Queste azioni sono state selezionate in quanto considerate coerenti con gli indirizzi politici con cui ci siamo presentati agli elettori, e perché considerate compatibili con le disponibilità finanziarie e le risorse tecniche a nostra disposizione».

Gli interventi abbracciano diversi temi, e saranno presentati al pubblico in una iniziativa aperta che sarà organizzata nel mese di gennaio. Inoltre il manifesto è consultabile sul sito dell’amministrazione comunale www.comune.campigliamarittima.li.it nella sezione Notizie, sulla Stanza della partecipazione http://open.toscana.it/web/facciamo-centro-insieme/home della Regione Toscana e sulla piattaforma di partecipazione del comune di Campiglia http://www.fabbricadelcittadino.it/campigliamarittima/ .

Nel merito, i 10 punti vanno da azioni orientate ad accrescere l’attrazione residenziale del centro storico (riduzione Tari per nuovi residenti, recupero di strutture pubbliche destinate ai giovani, e creazione di una sala della musica presso il Centro Mannelli), a interventi finalizzati ad incentivare la riqualificazione estetica del centro storico (riduzione canoni e oneri per i privati per interventi di ristrutturazione, e organizzazione di premi per contributi all’arredo urbano dei privati), fino ad interventi a supporto delle attività commerciali e del turismo (supporto alla qualificazione professionale degli operatori economici locali, contributi per aperture di attività anche in periodi non di picco stagionale, e creazione di una nuova cartellonistica turistica). Infine uno studio sarà condotto per valutare il miglioramento della viabilità e le opportunità di aumentare i parcheggi. I dieci punti diventeranno per i prossimi due anni e mezzo parte determinante dell’azione di governo locale, almeno per quanto concerne le politiche di valorizzazione e riqualificazione.

Il Tirreno 4.1.2017

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.