Attuale »

19 Luglio 2020 – 13:30 |

Ultimati i lavori nella parte esterna della stazione, dotata di una nuova pensilina di vetro e acciaio sul lato piazza. Si trattava dell’ultimo intervento che ha così completato la riqualificazione, di circa cinque milioni di …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Attività inerti alle Lavoriere, una bugia che ha già causato troppi danni

Inserito da il 18 Giugno 2015 – 18:36Nessun Commento

Comunicato della lista civica Comune dei Cittadini:

Nell’area di Campo alla Croce possono esistere attività che riguardano la frantumazione degli inerti e simili. Lo ha deciso il Consiglio Comunale con una delibera di modifica del regolamento PIP ( Area artigianale di Campo alla Croce) presentata dalla Giunta.

Questo atto conferma ciò che abbiamo sempre sostenuto come lista civica: che quella è la naturale area dove situare quel tipo di attività, sito che avrebbe dovuto essere scelto anche per la delocalizzazione della Betonval e del cementifico che era situato in via dei Molini.

lavoriere-betonval

Al contrario, al tempo dell’amministrazione Velo, si decise contro ogni logica, di localizzarli nel bel mezzo della campagna in località . Come lista civica, insieme agli abitanti della zona, ci opponemmo con forza a questa decisione, organizzammo raccolte di firme ed assemblee pubbliche affinchè non divenisse un polo edilizio. L’amministrazione andò avanti per la sua strada e venne realizzato l’impianto Betonval che ha causato un grave danno all’ agricoltura della zona, agli abitanti e al paesaggio.

Ma i danni non si limitano a questo: il passaggio continuo dei TIR ha causato il veloce deterioramento della strada essendo stata progettata come via rurale, con la conseguenza che il comune ha dovuto a spese dei contribuenti riasfaltare la strada. La motivazione che sostennero, prima il Sindaco Velo e poi Soffritti, era che quel tipo di attività erano incompatibili con quelle già presenti a Campo alla Croce e che quindi le campagne delle Lavoriere erano il sito più adatto.

Oggi invece lo stesso Sindaco a distanza di pochi anni, fa approvare una delibera che dice esattamente il contrario: “ I lotti (del PIP) dovranno essere utilizzati per attività [..] quali la frantumazione degli inerti …”

Ma per gli abitanti delle Lavoriere il pericolo che quel luogo diventi un centro di lavorazione industriale edilizia non è ancora scongiurato, infatti il Sindaco Soffritti la rivendica come la scelta migliore e la previsione è ancora valida.

Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.