Attuale »

4 Aprile 2021 – 11:09 |

L’associazione chiede di annullare la delibera consiliare. Il giudizio: «Ennesimo atto di urbanistica spezzatino».
Vent’anni. È il tempo che è servito per trovare il punto di caduta che ha portato all’adozione nel consiglio comunale di San Vincenzo …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio, Documenti, iniziative

Una cava val bene un governatore

Inserito da il 21 Febbraio 2015 – 21:58Nessun Commento

Il PD da di sé un’immagine squallida che ritroviamo a livello locale per quanto riguarda le di Campiglia.

Comunicato

Dalla stampa è emersa la dura opposizione al governo Rossi da parte del PD toscano per quanto riguarda le tutele in materia di spiagge e delle cave di marmo delle Apuane contenute nel Piano Paesaggistico.

Il Partito Democratico rivela ancora una volta quanto poco sia realmente interessato ad ambiente e paesaggio, cessa finalmente di fare inutili chiacchere in merito e dimostra chiaramente di essere dominato da un gruppo di personaggi che pur di tutelare le lobbies dei cavatori e degli immobiliaristi sono disposti a mettere in crisi lo stesso Governatore da loro eletto e la stessa credibilità politica del Partito Democratico.

PD caveQuesta immagine squallida che dà di sé il PD a livello regionale, la ritroviamo a livello locale per quanto riguarda le vastissime cave di inerti nel Comune di Campiglia, dimostrando di essere interessato esclusivamente a proteggere gli utili dei proprietari delle cave proponendo di non mettere limiti temporali o quantitativi alle concessioni di coltivazione.

Sia a livello regionale che locale si giustificano queste posizioni con la scusa di tutelare il lavoro. In realtà l’indotto (e i posti di lavoro) conseguente alla escavazione dei marmi è sempre più ridotto visto che la maggior parte non viene lavorato dalle ditte presenti sul territorio. Per quanto riguarda le cave di inerti (che non hanno mai creato un indotto specifico), dalla lettura della mozione del PD di Campiglia e del Piano Provinciale delle Attività Estrattive è evidente la volontà a livello locale e provinciale di non promuovere l’utilizzo di materiali riciclati al posto di materiale vergine per non scontentare i proprietari delle cave tacendo anche che una scelta in tal senso genererebbe un maggior numero di posti di lavoro.

Campiglia Marittima 21 Febbraio 2015

Comitato per Campiglia
Alberto Primi

Sulla stampa:

– Il Tirreno 23.2.2015:

tirreno 23.2

– La Nazione 24.2.2015:

«Cave, il Pdnon tutela il paesaggio»

«Il PD non è interessato ad ambiente e paesaggio». Ne è certo il presidente del Comitato per Campiglia Alberto Primi. «Dalla stampa è emersa la dura opposizione al governo Rossi da parte del Pd toscano per quanto riguarda le tutele in materia di spiagge e delle cave di marmo delle Apuane contenute nel Piano Paesaggistico. Il Partito Democratico rivela ancora una volta quanto poco sia realmente interessato ad ambiente e paesaggio, cessa finalmente di fare inutili chiacchere in merito e dimostra chiaramente di essere dominato da un gruppo di personaggi che pur di tutelare le lobbies dei cavatori e degli immobiliaristi sono disposti a mettere in crisi lo stesso Governatore da loro eletto e la stessa credibilità politica del Partito Democratico incalza Primi – questa immagine squallida che dà di sé il Pd a livello regionale, la ritroviamo a livello locale per quanto riguarda le vastissime cave di inerti nel Comune di Campiglia, dimostrando di essere interessato esclusivamente a proteggere gli utili dei proprietari delle cave proponendo di non mettere limiti temporali o quantitativi alle concessioni di coltivazione. Sia a livello regionale che locale si giustificano queste posizioni con la scusa di tutelare il lavoro. In realtà l’indotto (e i posti di lavoro) conseguente alla escavazione dei marmi è sempre più ridotto visto che la maggior parte non viene lavorato dalle ditte presenti sul territorio. Per quanto riguarda le cave di inerti (che non hanno mai creato un indotto specifico), dalla lettura della mozione del Pd di Campiglia e del Piano Provinciale delle Attività estrattive è evidente la volontà a livello locale e provinciale di non promuovere l’utilizzo di materiali riciclati al posto di materiale vergine per non scontentare i proprietari delle cave tacendo anche che una scelta in tal senso genererebbe un maggior numero di posti di lavoro».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.