Attuale »

6 Luglio 2020 – 13:30 |

Trovata una tomba del II o I secolo a.C. Nella sepoltura un corredo di 15 pezzi tra cui spicca un anello in oro e granato. Lo scavo prosegue in zona Pulledraia.
Grande scoperta allo scavo del …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Cultura, storia

“Fucine Mannelli” interessante e di grande impatto il primo spettacolo

Inserito da il 23 Gennaio 2015 – 16:58Nessun Commento

Inaugurazione del cartellone legato al nuovo progetto “Fucine Mannelli – Alchimie di linguaggi” e riflessione sulla memoria della shoah a pochi giorni dalla ricorrenza del 27 gennaio: due eventi nella serata del 16 gennaio segnati dalla rappresentazione dello spettacolo teatrale “La nebbia negli occhi” per la regia di Fernando Giobbi e Chiara Migliorini. Un testo di grande forza comunicativa che evidenzia la follia delle menti contorte e criminali di Adolf Hitler e Magda Goebbels in un assurdo dialogo dal quale emergono le atrocità che hanno portato alla morte e costretto alla sofferenza milioni di persone.

I tre giovani attori Fernando Giobbi, Chiara Migliorini e Michele Paoletti, i primi due impegnati anche nella regia, sono stati seguiti ed apprezzati sia a dal pubblico mattutino delle scuole sia da quello serale al centro civico Mannelli a Campiglia. Qui, al termine della performance si sono gustati a cura dell’Ente Valoriz zazione, vari vini e prodotti tipici, non prima però di aver trascorso un po’ di tempo relazionandosi e riflettendo sull’importanza di mantenere viva la memoria degli orrori di cui è capace il genere umano, solo così si può combattere la violenza e rafforzare i valori di democrazia e libertà.

I frutti di un lavoro che parte da lontano

La nuova cornice scenica realizzata dagli studenti del corso di scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Firenze così come il programma teatrale di eventi e workshop al Mannelli condotti dal gruppo Lotus e dall’associazione Vieniteloracconto, sono il frutto di un percorso intrapreso da tempo dal Comune di Campiglia Marittima e che ha avuto come prodromo anche il festival Apritiborgo, che è stato e che continua ad essere non solo un grande palcoscenico all’aperto con intercalari di arte e gusto, ma anche un terreno per coltivare professioni e professionalità.

Il programma di Fucine Mannelli

Fucine Mannelli proseguirà fino a giugno con altri eventi, il primo dei quali in calendario per Sabato 31 alle ore 21.00 con Allegretto (per bene…ma non troppo) di Ugo Chiti, messo in scena dall’associazione Lotus per la regia di Chiara Migliorini e Fernando Giobbi. Con Mirella Cialfi, Fernando Giobbi, Chiara Migliorini, Mattia Mura, Alessandro Pachi, Michele Paoletti, Laura Passarella, Sandra Riccucci. La trama: E’ il 1939. Un piccolo paesino toscano, alle prese con i preparativi per l’imminente visita del duce, viene completamente messo in subbuglio dal ritrovamento di un feto in un campo. Inizia la caccia al colpevole di questo macabro fattaccio. Pettegolezzi, chiacchiere, tanto chiasso. E nel mentre compare in paese il gerarca Apolloni, un uomo coinvolto in un agghiacciante mistero…. Una commedia grottesca, acida e commovente insieme, condita con sale toscano, come afferma Lotus. Spettacolo a bigliettazione: € 10,00 Intero – € 8,00 Ridotti.

Tratto da “Il Comune Settimanale” Newsletter n. 256 di mercoledì 21 gennaio 2015

“Fucine Mannelli” Parte la rassegna con “La nebbia negli occhi”:

Venerdì 16 gennaio si inaugura il progetto “Fucine Mannelli- Alchimie di linguaggi”, promosso dal Comune di Campiglia e coordinato dall’associazione Lotus, l’Accademia di Belle Arti di Firenze, l’associazione Vieniteloracconto, con la collaborazione dell’Ente Valorizzazione. Si tratta di un programma di iniziative artistiche di alto livello, con spettacoli e workshop di formazione in ambito teatrale che prenderanno vita all’interno della nuova cornice all’interno dell’ex cinematografo Mannelli: fucine mannelli3un impianto scenico installato dagli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze della Scuola di scenografia guidata dal professor Mattioli, che rende lo spazio adeguato ad ospitare iniziative creative nell’ambito del teatro, del teatro-danza e della formazione artistica.

Si incomincia quindi venerdì 16, appuntamento al Mannelli alle ore 21:con lo spettacolo “La nebbia negli occhi- stralci di un massacro”, a cura dell’associazione Lotus, con Fernando Giobbi, Chiara Migliorini e Michele Paoletti, nell’ambito delle celebrazioni per il Giorno della Memoria promosse dal Comune: tre figure, due uomini e una donna, delle tracce, dei suoni, qualcosa che è si è perduto nel tempo, qualcosa che è rimasto per sempre. LA-NEBBIA-NEGLI-OCCHI-picUn limbo pieno di nebbia. Da cui non si esce. In cui non si dimentica. Prendendo spunto da Peter Weiss e altri contemporanei, i tre individui incarnano, in un susseguirsi di immagini, le vittime e i carnefici della tragedia della Shoah, delineandone la freddezza, la follia, l’impotenza e l’umiliazione, descrivendo in modo reale e diretto gli aspetti più cupi di uno dei periodi più bui della nostra storia.

Tra le voci che emergono ci sono anche quelle di Adolf Hitler e Magda Goebbels, in un assurdo dialogo che evidenzia le loro menti contorte che si alternano agli stralci di un processo in cui un giudice cerca di portare alla luce gli orrori più profondi che annientarono la vita di milioni di persone. L’ingresso allo spettacolo è gratuito e, al termine della rappresentazione, seguirà una degustazione di vini e prodotti tipici delle aziende locali. «Con l’impianto scenico ideato dal professor Mattioli – dice Chiara Migliorini – lo spazio del Mannelli diventa veramente un luogo in grado di ospitare performance ed eventi artistici, una vera e propria Fucina di idee e creatività che fa di Campiglia un centro culturale attivo sul territorio. Il programma è ricco di iniziative e noi abbiamo voglia di incentivare la cultura il più possibile».

fucine mannelli1L’ingresso allo spettacolo è gratuito e, dopo la rappresentazione, seguirà una degustazione di vini e prodotti tipici delle aziende locali, a cura dell’Ente Valorizzazione di Campiglia. Fucine Mannelli prosegue fino a giugno inoltrato con altre iniziative. Dopo La nebbia negli occhi sarà la volta di Allegretto (per bene…ma non troppo), commedia grottesca di Ugo Chiti portata in scena dal gruppo Lotus.

Il Tirreno 13.1.2014

Foto rubate dalla pagina Facebook di LOTUS Associazione culturale

Leggi anche: Fucine Mannelli: progetto teatrale e artistico al Mannelli per il nuovo anno, 20.12.2014

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.