Attuale »

23 Maggio 2020 – 13:30 |

All’Università del Molise una tesi di laurea magistrale sui Parchi della Val di Cornia. Il 5 maggio si è laureata con lode in Management del turismo e dei beni culturali la dottoressa Manuela Silvestri, che …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Cultura, storia

Museo archeologico inserito fra le poche eccellenze toscane

Inserito da il 13 Settembre 2013 – 13:49Nessun Commento

L’importante riconoscimento attribuito dalla Regione. Premio alle strutture che valorizzano il patrimonio culturale
Importante riconoscimento per museo archeologico del Territorio di Populonia, ora accreditato con la qualifica di museo di rilevanza regionale. L’ha deciso proprio la Regione Toscana. Lo strumento dell’accreditamento è nato dall’esigenza di una selezione più rigorosa di quelle istituzioni culturali che valorizzano il patrimonio culturale della Toscana. L’obiettivo della procedura istituita dalla Regione è, infatti, quello di premiare quegli istituti che garantiscono la valorizzazione del patrimonio culturale, attraverso attività continuative di spessore scientifico e culturale, attraverso l’innovazione nelle forme di gestione e nella comunicazione museale e promuovendo la cooperazione fra enti locali e altri soggetti pubblici e privati.

piombino_museo_archeologico_del_territorio_di_populoniaTra i 29 musei candidati quest’anno, solo 13 hanno ottenuto l’accreditamento e tra questi è incluso anche il museo archeologico del territorio di Populonia. Degli oltre 500 musei presenti sul territorio toscano, meno di 60 sono riusciti ad ottenere la certificazione. «Riconoscimento importante, perché attribuito sulla base di rigorosi criteri di selezione, e che premia i tanti sforzi che sono stati compiuti per innalzare gli standard di qualità del museo – afferma l’assessore alla cultura Ovidio Dell’Omodarme – Un atto che consente di accedere ai bandi di finaziamento regionale, offrendoci l’opportunità di proseguire sulla strada della valorizzazione».

Tra i criteri da soddisfare per rientrare tra i musei riconosciuti, oltre alla necessità di avere un regolamento (che nel caso del museo archeologico è affiancato da statuto e carta dei servizi) e un direttore, ricordiamo l’importanza di garantire un congruo orario di apertura, l’abbattimento delle barriere fisiche e culturali, costanti attività di didattica, ricerca e catalogazione, così come quella di proporre progetti, mostre, animazioni ed eventi, anche attraverso l’adesione alle iniziative regionali di promozione culturale, volte ad avvicinare diverse tipologie di pubblico. Il museo archeologico inoltre, come tutte le strutture del Sistema dei , garantisce, attraverso appositi questionari, la customer satisfaction nei confronti del pubblico.

«Dopo la 2ª Registrazione EMAS dell’intero sistema dei parchi e dei musei– commenta il presidente della società Parchi, Luca sbrilli – il premio del Paesaggio della Convenzione Europea, le Bandiere Blu lungo i parchi costieri per le quali la Parchi è partner fondamentale, la notizia dell’accreditamento del museo di Cittadella a museo di rilevanza regionale è un’ulteriore testimonianza della politica che la società ha portato avanti in questi anni e che mira soprattutto alla qualità dei servizi culturali e ambientali ».

Il Tirreno 13.9.2013

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.