Attuale »

10 Dicembre 2019 – 09:45 |

Al porticciolo di Baratti è in corso la realizzazione di nuove rimesse per attività di nautica da diporto.
Tutto ciò risale al caso del Piano Particolareggiato di Baratti e Populonia che il Comune fece redigere nel …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Le aree protette toscane al tempo della crisi, un convegno a Piombino il 22 novembre

Inserito da il 20 Novembre 2012 – 07:09Nessun Commento

La crisi dei parchi e delle aree protette trova la propria origine ben prima della crisi economica che stiamo vivendo anche nel nostro Paese. L’assenza di una prospettiva politica dei parchi è infatti antecedente al 2008 e ha posto un freno alla spinta propositiva che negli anni ’80 e ‘90 ha permesso di creare gran parte delle realtà oggi esistenti. Legambiente sente quindi oggi l’esigenza di creare un momento di confronto tra soggetti gestori e istituzioni locali, per affrontare i molti problemi che affliggono i parchi. Un momento di riflessione che permetta di riconsiderare le aree naturali protette non solo al centro delle azioni di conservazione della biodiversità, ma anche quali veri “motori” di economia ecologica, nella cornice di un nuovo approccio culturale e normativo.

In questo quadro è necessario annoverare anche le aree naturali protette di interesse locale. Un esperienza tutta toscana, di aree protette a valenza comunale che però con il tempo hanno assunto il ruolo di aree protette e di tutela della biodiversità particolarmente significative. In un momento in cui lo sviluppo urbano in adiacenza alle città, ai borghi, alle coste ed alle aree rurali è diventato particolarmente aggressivo, le ANPIL sono l’ultimo baluardo di difesa dei sistemi naturali a scala locale. Per tale motivo è necessaria una revisione delle LR 49/95 che dia maggior forza e risalto anche a queste esperienze. La scelta di fare questo convegno a Piombino deriva dalla necessità di guardare alla soc. Parchi Val di Cornia come un’esperienza che può essere da esempio.

Ecco il programma dei lavori:

Indirizzi di saluto: Gianni Anselmi – Sindaco di Piombino
Presiede e coordina: Fausto Ferruzza – Presidente Legambiente Toscana
Introduce: Matteo Tollini , Responsabile aree protette e biodiversità Legambiente Toscana

Intervengono:
Giampiero Sammuri , Presidente nazionale Federparchi
Luca Sbrilli , Presidente Parchi Val di Cornia SpA
Lucia Venturi , Presidente Parco Regionale della Maremma
Paolo Pacini , Assessore agricoltura, turismo e parchi naturali Provincia di Livorno
Paolo Matina, Responsabile tutela e valorizzazione risorse ambientali Regione Toscana

Conclude:
Antonio Nicoletti , Responsabile nazionale aree protette e biodiversità Legambiente

Segreteria Organizzativa a cura di Legambiente Toscana
055.6810330 – info@legambientetoscana.it

Tratto da Greenreport

Print Friendly, PDF & Email
No tags for this post.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.