Attuale »

17 Febbraio 2020 – 13:30 |

L’ex sindaco Anselmi replica a Palombi: «Nel 2013 sono stati solo previsti dei manufatti tra l’altro diversi da quelli costruiti. Dopo è arrivato tutto il resto»
«Dispiace dover confutare le affermazioni dell’assessore all’urbanistica del Comune di Piombino …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Il Forum: «Pulizia senza ruspe e più sicurezza sulle spiagge libere di San Vincenzo»

Inserito da il 27 Agosto 2012 – 13:52Nessun Commento

Prosegue la polemica successiva al caso della spiaggia libera tra il porto e la concessione dell’Hotel Ciritorno, in cui, da quanto dicono molti turisti e da ciò che dimostrerebbero alcuni filmati girati dal giornalista milanese Mario Rossi e postati su You Tube, si sarebbe asportata sabbia a vantaggio degli arenili privati. Ad intervenire è il Forum tramite i due consiglieri Nicola Bertini e Maurizio Viliani, che criticano le affermazioni del sindaco Michele Biagi «per lui – ricordano – la pulizia dell’arenile sarebbe il fiore all’occhiello dell’amministrazione». «Il sindaco – sostiene il Forum – non può derubricare il caso a “pulizia della spiaggia”. La denuncia, finalmente filmata, riguarda tutt’altro. Di episodi simili segnalati dal Forum, e da singoli cittadini, ce ne sono stati diversi negli ultimi anni». «Biagi – sottolineano – che ha il dovere di garantire l’interesse pubblico e la salute dei cittadini, risponda piuttosto a queste due fondamentali domande: è vero o no che alcuni tratti di spiaggia libera vengono usati come discarica? È vero o no, cosa ancor più grave – proseguono – che dalla spiaggia libera si prelevano consistenti quantitativi di sabbia per spalmarla sugli arenili in concessione? La cosiddetta pulizia delle spiagge, in questo caso, c’entra poco o nulla» I due consiglieri di minoranza attaccano poi il sindaco circa gli ampliamenti delle concessioni in profondità in alcuni stabilimenti balneari. «Rimane poi da spiegare – dicono i due consiglieri – quanto segue: come mai si danno concessioni di 125 mq ad ombrellone ad alcuni? Quali residui vegetali ha buttato a mare il fosso del Renaione poco prima di Ferragosto? Altro che pulizia della spiaggia come fiore all’occhiello!».
(p.f.) Il Tirreno 27.8.2012

Spiaggia libera, nasce un comitato
L’ombrellone della discordia regna all’entrata della spiaggia da via Elba, quella non a norma per l’accesso ai diversamente abili. All’ombrellone sono attaccati gli articoli della stampa e la petizione protocollata alcuni giorni fa in Comune. I bagnanti si fermano a leggere i cartelli, indicano i cumuli di sassi stoccati poco più in là e scuotono la testa. E’ quest’ombrellone la dimostrazione pacifica di dissenso, di protesta e informazione escogitata dai toscani Paolo Ceccarelli e Federico Russo, e dal giornalista milanese Mario Rossi, colui che aveva filmato e postato su You Tube i quattro video risalenti al 14 agosto in cui un trattore asportava sabbia dalla spiaggia libera tra il porto e la concessione dell’Hotel Ciritorno al fine di creare una rampa di lancio per lo spettacolo pirotecnico del giorno dopo. Oltre all’ombrellone della discordia, sono nati un comitato e un gruppo Facebook, entrambi con il nome di “Libera la spiaggia”. Dopo le risposte del sindaco Michele Biagi, apparse ieri sul Tirreno, in cui il primo cittadino ha affermato che «la pulizia delle spiagge è il fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale», e prima dell’incontro tra il sindaco stesso e i tre principali organizzatori della protesta – previsto per il 29 agosto – si è deciso quindi di passare alle azioni dimostrative. A molti bagnanti, le argomentazioni del sindaco Biagi non sono piaciute. Per Rossi, Russo e Ceccarelli, infatti, «sembra strano che il sindaco – dicono – neghi l’evidenza, ossia ciò che è davanti agli occhi di tutti da mesi». Tra le 350 firme circa raccolte nella petizione in cui si chiede maggior pulizia della spiaggia, la rimozione dei cumuli di sassi e l’accesso ai disabili da via Elba, più o meno la metà sono di sanvincenzini.
Paolo Federighi – 26.8.2012

Biagi: «La pulizia delle spiagge nostro fiore all’occhiello»
Il sindaco Michele Biagi risponde sulle molte questioni relative alla spiaggia libera tra il porto e l’arenile in concessione all’Hotel Ciritorno, nella quale – secondo molti turisti – si sarebbe asportata sabbia pulita a vantaggio delle spiagge private e si sarebbero effettuate solo un paio di pulizie in tutta l’estate. Biagi comunica che è stata rimandata a fine settembre – e non al 25 agosto come aveva assicurato Alessandro Baldi, presidente del Consorzio balneari – l’operazione di smaltimento dei cumuli di sassi. «I sassi stoccati – dice Biagi – provengono dalla pulizia di spiagge pubbliche e private. Abbiamo scelto quell’area adiacente alla diga foranea del porto, dal 2008, per creare meno disagi e ottimizzare i costi di trasporto. Quest’anno, in effetti, c’è stato un particolare incremento della raccolta di sassi, ed è nostra intenzione rimuovere il tutto. Abbiamo preso un impegno per individuare future aree sulle quali poter confluire temporaneamente il materiale». «La pulizia sugli arenili pubblici – sostiene il sindaco – avviene, in estate, mediante sgrossatura e pulizia (tutti i giorni) e vagliatura (una volta alla settimana). Non mi risulta che la spiaggia in questione abbia ricevuto trattamenti di serie B. La pulizia dell’arenile è un fiore all’occhiello di quest’amministrazione, ed è uno degli elementi considerati per l’assegnazione della Bandiera blu, riconoscimento per il quale non si paga, ma ci si candida e si cerca di conquistare con l’impegno di tutti». Sull’inesistenza di accessi alle spiagge per i disabili, Biagi ritiene che «l’unica falla è rappresentata da via Elba, ed eliminare questa situazione rientra nei nostri obiettivi». Biagi ha dato appuntamento per un incontro ai tre promotori della petizione sulla spiaggia – i toscani Federico Russo e Paolo Ceccarelli, e il milanese Mario Rossi – per il 29 agosto.
(p.f.) Il Tirreno 25.8.2012

, spiaggia pulita, scatta una raccolta firme
La vicenda della spiaggia libera tra il porto e l’arenile in concessione all’Hotel Ciritorno, in cui secondo alcuni turisti sarebbe stata asportata sabbia pulita a vantaggio delle spiagge private, si arricchisce di un nuovo capitolo. Su iniziativa di tre turisti – il giornalista milanese Mario Rossi, colui che ha raccontato il fatto al Tirreno, e i toscani Federico Russo e Paolo Ceccarelli, ha preso il via una raccolta di firme tra i frequentatori della spiaggia in questione e di quelle limitrofe, con l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e gli enti coinvolti nel caso a intensificare le pulizie sulla spiaggia libera e a togliere i cumuli di sassi stoccati da mesi a ridosso della scogliera, proprio sotto piazza della Kimera. Le firme, ad oggi, sarebbero già oltre 350.

Da quando il video girato da Mario Rossi sull’asportazione di sabbia dalla spiaggia libera da parte dei trattori è disponibile sul sito web de Il Tirreno, le visualizzazioni sono salite da 18 a oltre 500, con vari commenti divisi tra chi condanna l’azione e chi, invece, la difende argomentandone le ragioni.

Intanto, i promotori della raccolta di firme hanno chiesto ufficialmente un incontro con il sindaco Michele Biagi: «Vorrei incontrarla – scrive Rossi al sindaco – per consegnarle il testo della petizione firmata nei giorni sulla spiaggia da oltre 350 persone maggiorenni, turisti e residenti. Si tratta di una cosa di pochi minuti. Nei giorni scorsi Federico Russo, promotore insieme a me dell’iniziativa, ha provato, personalmente e telefonicamente, a contattarla. Inutilmente. Adesso ci provo io. Il quotidiano Il Tirreno è già stato informato della nostra richiesta ufficiale d’incontro». Ma, a quanto pare, anche Rossi ha provato invano a contattare telefonicamente il sindaco.

Una ragione di questo mancato contatto tra i turisti e il sindaco, tuttavia, ci sarebbe: «La mia segretaria – ci fa sapere Michele Biagi – è stata in ferie, e torna in servizio domani (oggi per chi legge ndr). Per me, in questi giorni, ci sono stati quindi oggettivi problemi di organizzazione. Domani invierò un comunicato in cui spiegherò quali saranno i nostri interventi su quella spiaggia»

Secondo quanto dichiarato nel precedente nostro articolo da Alessandro Baldi, presidente del Consorzio Balneari Sabbia Etrusca – che cura per conto del Comune di San Vincenzo la pulizia dell’arenile – i cumuli di sassi saranno tolti entro domani.
Paolo Federighi – Il Tirreno 24.8.2012

Guarda i 4 video di Mario Rossi “San Vincenzo – Spiagge di serie A e spiagge di serie B (pubbliche)” su Youtube

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.