Attuale »

26 Marzo 2020 – 08:58 | Un commento

Camerini: « Un progetto ambizioso per traghettare il nostro patrimonio millenario nel futuro»
Presto una mediateca digitale per conoscere la storia di Campiglia Marittima: un progetto senza costi, ideato e curato dall’assessore alla Cultura Gianluca Camerini.

Tags: …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Baratti, scendere in spiaggia, un’avventura

Inserito da il 6 Luglio 2012 – 14:01Nessun Commento

Proteste per le difficoltà a raggiungere ampi spazi di arenile.
Andare al mare a San Cerbone, più che un’impresa, quasi un’utopia. Comincia male il mese di luglio per tutto il tratto di spiaggia che dalla destra della chiesina (per chi guarda dalla strada) arriva fino al ristorante Canessa. Da un lato, c’è il lungo tratto ancora inaccessibile a causa dei lavori di posizionamento dei sacconi antierosione (smantellamento del cantiere entro una quindicina di giorni). Intanto, però, le transenne ne bloccano l’accesso per centinaia di metri senza che ci siano motivi validi per continuare a tenervi a distanza gli utenti (e anche i loro animali, visto che il lato verso Canessa è accessibile).

Anche il resto della spiaggia, fino alla fine del golfo, da qualche giorno presenta problemi. Tolto l’ingresso in corrispondenza dell’alaggio (vietato ai bagnanti della spiaggia attigua), il primo degli ingressi ufficiali da alcuni circondato da transenne per i lavori di riparazione dell’ultimo gradone della scala, crollato, a quanto si dice, già da diverse settimane. Gli altri disponibili – tre in tutto – si trovano tutti in prossimità del ristorante La Pergola. Due sono utilizzabili, mentre il terzo, se almeno i suoi gradini sono tutti intatti, vede a svantaggio il corrimano, in pratica un pezzo di ruggine.

I bagnanti non ci stanno e mentre non manca chi cerca di raggiungere la spiaggia scavalcando con disinvoltura le transenne, i più pretendono al più presto una soluzione. Non è possibile, spiegano, che la spiaggia di , proprio adesso che è luglio, sia da un lato preclusa al bagnante per centinaia e centinaia di metri, mentre l’altra parte, forse ancora più lunga, possa contare su così pochi accessi. Va bene – aggiungono – che si tratta di una spiaggia dalle dimensioni ridotte dell’erosione: ma si tratta dell’unica nell’area accessibile anche ai cani, laddove una situazione di questo genere finisce per arrecare disagio soprattutto ai loro padroni. Risultato: molto litorale vuoto, con persone costrette a spostarsi non si sa dove.

Le cose però, replica il Comune, non resteranno a lungo così: innanzitutto il gradino è già in via di riparazione e se tutto andrà per il verso giusto, l’accesso tornerà disponibile entro pochi giorni. Quanto all’area dei lavori, certo, dovrà passare ancora prima dello smantellamento completo del cantiere: frattanto, però, l’ufficio tecnico e la ditta stanno già verificando se sia possibile ricavare un varco per anticipare l’ingresso dei bagnanti.
Melisanda Massei Autunnali – Il Tirreno 6.7.2012

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.