Attuale »

6 Luglio 2020 – 13:30 |

Trovata una tomba del II o I secolo a.C. Nella sepoltura un corredo di 15 pezzi tra cui spicca un anello in oro e granato. Lo scavo prosegue in zona Pulledraia.
Grande scoperta allo scavo del …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Boiardi di stato: una (?) faccia del PD + commento del CxC

Inserito da il 4 Novembre 2011 – 20:235 Commenti

Tre giornate (10-12 novembre) con i “big” di politica ed economia che metteranno San Casciano e il Chianti al centro del dibattito nazionale: il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, Massimo d’Alema, Luciano Violante,  Altero Matteoli,  Mauro Moretti.

I temi saranno quelli dell’energia, dei trasporti e delle telecomunicazioni, visti in un’ottoca di reti collegate, che devono spingere l’Italia verso la crescita.

La “regia” di tutto ciò è della Fondazione Italianieuropei e dell’Associazione Viviani, la cui anima non è altro che Riccardo Conti, ex assessore regionale all’urbanistica

Leggi l’articolo di Matteo Pucci sul giornale “Metropoli”

Commento del Comitato per Campiglia mandato alla Rete dei Comitati per la difesa del territorio:

Con la solita arroganza i vecchi boiardi son tornati con tutte le truppe e i pezzi da novanta per  far fuori i primi significativi cambiamenti della Giunta Regionale Toscana (leggi Ass. Anna Marson).
Interessante leggere i nomi dei presenti e pensare agli assenti. Almeno ora sarà chiaro a tutti quali sono i fautori della distruzione dell’ambiente della Toscana: imprenditoria delle autostrade, della TAV, delle energie alternative ovunque e comunque, del cemento e di un modello di “sviluppo” ipertrofico delle costruzioni già affondato dalla storia.
Nomi eccellenti tra i quali spicca finalmente e ufficialmente il sig. D’Alema che come presidente della fondazione Italianieuropei, avallerà certamente il modello delle porcate urbanistiche toscane che il sig. Conti ha collezionato a piene mani per troppi anni. E questo sempre al grido di viva l’autonomia dei Comuni, anche se questi erano e sono disposti a vendere la mamma (degli altri) per mantenere un sistema di potere che solo in Val di Cornia, negli ultimi anni, a Campiglia Marittima ha tentato di realizzare una RTA fasulla sotto la Rocca, ha creato una lottizzazione fantasma industriale in mezzo alle campagne, sta tentando di distruggere la Tenuta di Rimigliano a San Vincenzo, sta cercando di coprire le aree agricole con pannelli fotovoltaici comunque sia e ovunque sia,.ha sostenuto fino ad oggi la sopravvivenza delle cave di prestito dei Comuni di San Vincenzo e Campiglia Marittima,ecc.,ecc.ecc.

Comitato per Campiglia

Print Friendly, PDF & Email
No tags for this post.

5 Commenti »

  • Mario ha detto:

    bello ! il luogo scelto mi sembra anche molto significativo.
    Si distrugge la memoria , ops! si ‘ musealizza ‘ per un improbabile futuro.
    Chissà se arrivando a San Casciano si parlerà anche della Firenze.Siena da trasformare in autostrada a pagamento ?

  • Francesco ha detto:

    Ma più che avvisare quotidianamente che quelli del Pd (al pari di quelli della Pd+l) non sono affidabili, che sono schiacciati sul potere delle Lobby (quando non sono collusi), che bisogna alzare la testa di fronte all’arroganza della quasi totalità della politica…che cosa possiamo fare?
    Ci sono dati, numeri, ed in molti casi anche acclarate corruzioni ed un manipolo di uomini buoni a niente stanno tenendo in pugno intere popolazioni. Ma quand’è che diventiamo un pò furbi anche noi?

    Ciao Francesco

  • notavfirenze ha detto:

    se questo PD deve essere lo strumento per condurci fuori dal
    berlusconismo e fuori dalla crisi economica in cui stiamo sprofondando
    vedo prospettive nere.
    anche l’accenno alle posizioni dei lavoratori della Laica sono
    allarmanti; i lavoratori di quella azienda sono il prototipo del
    lavoratore terrorizzato incapace di capire la situazione in cui è e
    annaspa nella remotissima speranza di salvarsi.
    Ripeto: se per uscire dal disastro in cui siamo ci dobbiamo mettere
    nelle mani di questo piddì siamo fritti.
    Anche la presenza di un ministro come Matteoli mi pare quanto mai
    inquietante; il cicaleggio amoroso tra Conti e il cecinese è conferma che ormai le divisioni tra destra e sinistra non corrispondono ad alcuna ideologia, ma sono solo espressioni di diverse cordate di comitati di affari che talvolta si ritrovano alleati. E’ il caso dei tunnel tav di Firenze.
    Facciamoci le condoglianze
    TC

  • giovanni ha detto:

    sono peggio dell’alluvione. Ci vuole la protezione civile! Ecco applichiamo il concetto di ‘protezione civile’ alla politica

  • Rete Comitati ha detto:

    “nulla di nuovo sotto il sole”.
    Molti di voi si ricorderanno come nel 2007 la questione Fiesolana di Piazza Garibaldi e della necropoli su cui si sarebbero fatti i 28 appartamenti del patron della Menarini, sconvolse le cronache locali e non solo: Ambiente Italia di Rai Tre ci fece più di una trasmissione. Insomma la questione era diventata molto “calda”con prese di posizione dello stesso Conti incredibili a difesa del sindaco Incatasciato, lo stesso di ora.
    Anche all’ora, come in questo caso con Pescini, il sindaco dimostrò tutta la sua inadeguatezza culturale e politica.
    Cosa successe : il PD, per dare prova della sua “potenza”, mise in campo tutte le corazzate: convegno di Italiani e europei con l’aggiunta di Fassino, Conti ed altri sindaci portaborse vari. In quella occasione ebbero anche l’ardire di commemorare l’archeologo Frankovich, scomparo pochi mesi prima, il quale aveva lottato insieme a noi affinchè la necropoli longobarda che sta sotto piazza Garibaldi venisse salvata!
    Come si dice: non c’è limite al peggio. vedi http://www.comitatoperfiesole.org/
    Quindi la questione di Ponterotto a S. Casciamo ripropone le stesse questioni ed i metodi, come sembra, sono sempre gli stessi.
    Questa volta daranno sfogo all’operaismo con questo nuovo convegno farsa per dimostrare, come 4 anni fa a Fiesole, che le loro scelte hanno un seguito e rafforzare così l’mmagine di quei sindaci signor sì costruiti a tavolino, magari per far vedere a Renzi che anche i rottamandi hanno sindaci giovani…….
    Insomma per me dovremmo unirci e far sentire la protesta in quei due giorni con tanto di cartelli e striscioni come avvenne a Fiesole: un’occasione come questa, dove saranno presenti radio Tv e giornali in quantità non si ripresenterà.

    Sergio Morozzi

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.