Attuale »

1 Gennaio 2020 – 19:24 |

Johann Sebastian Bach Arioso Cantata BWV 156
Registrato l’autunno scorso nella capella della Chiesa di Campiglia.
Grazie a Don Marcello!
No tags for this post.

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Rimigliano, l’assessore Marson tira il freno «Aspettiamo di vedere le carte» (Il Tirreno)

Inserito da il 4 Ottobre 2011 – 13:20Un commento

Il piano per è dunque approvato, ma sull’effettivo via libera all’inizio dell’intervento grava la non indifferente sospensione del giudizio da parte dell’assessore regionale all’urbanistica, Anna Marson, che ieri, in una nota diffusa in serata, ha ribadito quanto già anticipato al nostro giornale domenica.
«In merito alle affermazioni attribuite al sindaco Biagi – dice Marson – relative alla presunta approvazione delle controdeduzioni comunali alle osservazioni al piano per Rimigliano da parte della Regione, preciso che nella riunione della scorsa settimana con il Comune, la Regione si è limitata a far presenti gli aspetti problematici dell’ipotesi di variante presentataci dall’amministrazione. Non vi è stato, né poteva esserci – prosegue l’assessore – alcun accordo formale in merito alle osservazioni a suo tempo fatte dalla Regione, tanto meno in merito a quelle presentate da altri soggetti. Non posso quindi che confermare – conclude Marson – che attendiamo gli atti ufficiali per valutare nel merito i contenuti della variante approvata».

Una tirata al freno a mano, quella della Marson, che trova conferme anche nelle dichiarazioni rilasciateci ieri da Massimo Morisi, garante regionale per la partecipazione. «Posso dire – afferma Morisi – che all’esame manca un pezzo molto importante, ossia la delibera di approvazione del piano da parte del consiglio comunale, che coincide con le controdeduzioni formali alle osservazioni presentate dalla Regione. Le possibilità sono due: o ritenere la questione irreversibilmente decisa, oppure, qualora si riscontrassero le stesse incongruità che il piano conteneva quando ci fu presentato, avvalersi di alcuni strumenti per poter arrivare a decisioni diverse».

E il riferimento di Morisi è alla conferenza paritetica interistituzionale già ipotizzata dalla stessa Marson nei giorni scorsi. «In pratica – spiega Morisi – qualora la Regione ritenga che un progetto leda le previsioni, i principi o le norme urbanistiche, si istituisce un tavolo tecnico-politico per cercare di comporre un quadro più omogeneo e giusto. Nonostante la presenza al tavolo dei politici, le decisioni finali sono prese da tecnici».
È la giunta regionale a decidere se attivare o meno la conferenza paritetica.
Il Tirreno 4.10.2011

Print Friendly, PDF & Email

Un commento »

  • piergios ha detto:

    scrivete alla Marson (anna.marson@regione.toscana.it) che mi pare una in gamba e che sa il fatto suo ma che deve sapere quant’è importante la decisione che dovrà prendere

    fategli capire che non sono tutti rincoglioniti a San Vincenzo e che c’è gente a cui l’ambiente sta a cuore

    è pazzesco quanti danni IRREPARABILI può fare un sindaco e la sua giunta

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.