Attuale »

4 Dicembre 2019 – 09:42 |

Certo non nella zona di protezione speciale delle Alpi Apuane.
L’Amministrazione comunale di Massa ha recentemente annunciato di voler riaprire ben sette cave di marmo, incurante di critiche e perplessità.

Tags: Cave

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

“Con la forza dei numeri producono errori imperdonabili”

Inserito da il 28 Settembre 2011 – 14:46Nessun Commento

Massimo Zucconi su :

Forse il prossimo 3 ottobre approveranno la variante di Rimigliano, ma così facendo scavano la fossa ad una sinistra che, come la destra, si conferma incapace d’interpretare il mondo che cambia.

La sinistra che governa la Val di Cornia e la Toscana sbagliava nel 1997, quando approvava il piano strutturale che prevedeva di costruire un grande albergo nella tenuta di Rimigliano, allora di proprietà della Parmalat di Tanzi. Sbaglia ancora di più oggi quando pensa che far costruire un albergo e 180 seconde case nel paesaggio rurale meglio conservato della costa livornese (insieme alla tenuta di Bolgheri) sia una cosa utile per risollevare l’economia dalla crisi in cui è precipitata. Sbaglia a pensare che altro cemento serva a rendere più attraente e competitivo il nostro paese, a dare lavoro duraturo ai nostri giovani.

L’errore, imperdonabile, è quello di aver cancellato il proposito di valorizzare quel territorio a parco, tutelandone la funzione agricola e l’identità, unica, di straordinario paesaggio rurale costiero, come avevano previsto le amministazioni degli anni 70-80 del secolo scorso. Un valore che avrebbe potuto conferire all’azienda agricola di Rimigliano opportunità aggiuntive di reddito e, soprattutto, a San Vincenzo e alla Val di Cornia motivi in più di attrazione per un turismo che non ama consumare il paesaggio, ma ne fa la ragione stessa della scelta di una meta. Un parco che avrebbe dovuto integrarsi agli altri della Val di Cornia già in parte realizzati, rafforzando e qualificando il sistema che oggi rappresenta uno dei pochi punti di forza del nostro martoriato territorio.

La forza dei numeri produrrà un altro errore, ma non per questo dobbiamo rinunciare a spiegare che il futuro non si costruisce cedendo alla logica secondo la quale gli investimenti vanno sempre bene, anche quando distruggono la nostra identità culturale e paesaggistica che, in ultimo, è la risorsa più importante di cui disponiamo.

Massimo Zucconi
Capogruppo Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.