Attuale »

4 Dicembre 2019 – 09:42 |

Certo non nella zona di protezione speciale delle Alpi Apuane.
L’Amministrazione comunale di Massa ha recentemente annunciato di voler riaprire ben sette cave di marmo, incurante di critiche e perplessità.

Tags: Cave

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

Ecomostro di San Vincenzo: emessa l’ordinanza di demolizione

Inserito da il 16 Settembre 2011 – 07:50Un commento

L’ecomostro dentro il parco de «I Lecci» dovrà essere demolito. È stata emessa ieri l’ordinanza con la quale l’amministrazione comunale chiede «la remissione in pristino, entro 90 giorni (alla ditta Costruzioni Ferrero, all’architetto Silvia Ferrero, all’ingegnar Augusto Ferrero e all’impresa Barbagli Fedra), delle opere verbalizzate dal Corpo Forestale dello Stato con nota del 19 aprile 2011 prot. 9896 e di quelle riportate nella relazione istruttoria finale del responsabile del procedimento geometra Fausto Salti in data 8 settembre 2011 prot. 22711, in quanto opere eseguite in difformità all’autorizzazione inerente il vincolo idrogeologico e forestale n. 12 del 17 marzo 2010 rilasciata dal Circondario della Val di Cornia, all’autorizzazione paesaggistica n. A/10/60 del 3 agosto 2010 e al permesso a costruire n. C/10/240 del 15 novembre 2010, quest’ultimi rilasciati da questo Ente” (il Comune, ndr).

Nellordinanza si fa presente tutto ciò che non era previsto compresa la “bordura in legno di castagno al fine di contenere la duna. Tali opere non erano previste nell’autorizzazione per il vincolo forestale».

Dopo la prima denuncia de La Nazione, fatta dai cittadini e turisti (Robin San) nella quale si diceva che qualcosa con molta probabilità, là a due passi dalla duna, non andava, e dopo proteste e prese di posizione, dopo l’intervento dell’amministrazione comunale e della Forestale, l’ordinanza di demolizione è arrivata. Ora, al netto di eventuali ricorsi, si dovrà capire – e vedere – se la struttura, chiamata nell’ordinanza “La Torretta” che prima era la casa del custode, dovrà tornare 46.88 metri quadrati (come erano dal condono del 1985 in poi) o 106 mq, come il Comune nel 2007 aveva permesso di recuperare. La situazione dell’ecomostro con questa novità sarà un punto dibattuto sicuramente martedì 20 alle ore 17.30 nell’aula multimediale, in occasione della riunione della Commissione.
m. p. La Nazione

Print Friendly, PDF & Email

Un commento »

  • GIOVANNI ha detto:

    E COSI FU! A DIMOSTRAZIONE CHE L’IMPOSSIBILE (DEMOLIZIONE) A SAN VINCENZO E’ POSSIBILE. BASTA NON DARE TREGUA, GIORNO DOPO GIORNO…

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.