Attuale »

17 Febbraio 2020 – 13:30 | Un commento

L’ex sindaco Anselmi replica a Palombi: «Nel 2013 sono stati solo previsti dei manufatti tra l’altro diversi da quelli costruiti. Dopo è arrivato tutto il resto»
«Dispiace dover confutare le affermazioni dell’assessore all’urbanistica del Comune di Piombino …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

“Il valore di Baratti” Un incontro aperto a tutti i cittadini

Inserito da il 3 Gennaio 2011 – 12:21Nessun Commento
Conoscere il valore di un luogo prima di decidere cosa farci. Con questo obiettivo il Comitato Giù le mani da , organizza per il prossimo 14 Gennaio a Piombino nella sala del Perticale in via Giovanni Lerario un incontro pubblico nel quale studiosi di diverse università illustreranno il valore di Baratti nei suoi vari aspetti: archeologico, ambientale, storico, economico.

Durante l’incontro, che sarà aperto da Daniele Quinti, portavoce del comitato Giù le mani da Baratti, e coordinato da Marina Riccucci dell’Università di Pisa, interverranno l’archeologo Franco Cambi dell’Università di Siena che affronterà  il tema del ruolo centrale del patrimonio archeologico nel contesto di Baratti, e il geologo Enzo Pranzini dell’Università di Firenze, che tratterà il problema cruciale dell’erosione. Patrizia Zagnoli, docente all’Università di Firenze, illustrerà le potenzialità economiche e di marketing del Golfo, mentre lo storico Rossano Pazzagli parlerà dell’importanza del patrimonio culturale e del rapporto tra storia e turismo.

Sul fronte della tutela sono previsti gli interventi di Andrea Camilli della Soprintendenza Archeologica della Toscana e Luca Sbrilli presidente Parchi Val di Cornia. Sarà presente anche Massimo Morisi, garante della comunicazione della Regione Toscana che ha seguito il percorso partecipativo sul piano particolareggiato di Baratti.

Per gli organizzatori l’ambiente, l’, la storia, il paesaggio e il parco devono restare alla base delle scelte di pianificazione, salvaguardando la fruibilità pubblica, senza ulteriori privatizzazioni del litorale, né operazioni edilizie improprie. Baratti deve essere conosciuto e tutelato, per poter essere valorizzato, ma non dissipato o mercificato. Le decisioni devono essere partecipate, ma non si può fare partecipazione senza una adeguata informazione.

Quell’approfondimento che fino a oggi è mancato inizia con questo primo appuntamento al quale seguiranno altre iniziative che il comitato ha intenzione di organizzare nei prossimi mesi dando un contributo di conoscenza che aiuterà a governare meglio un luogo delicato di inconfondibile bellezza.

Comitato Giù le mani da Baratti

giulemanidabaratti@gmail.com

gruppo facebook

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.