Attuale »

26 Marzo 2020 – 08:58 | Un commento

Camerini: « Un progetto ambizioso per traghettare il nostro patrimonio millenario nel futuro»
Presto una mediateca digitale per conoscere la storia di Campiglia Marittima: un progetto senza costi, ideato e curato dall’assessore alla Cultura Gianluca Camerini.

Tags: …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio

«Consorzio e scuole Marconi: bisogna fare delle scelte. Ci sono problemi di bilancio» (Campiglia Democratica)

Inserito da il 16 Gennaio 2010 – 20:06Nessun Commento

«NON SONO le idee ad essere messe in discussione ma la loro sostenibilità economica». A dichiararlo è Campiglia Democratica, la coalizione che guida il comune. «Gli amministratori dei comuni devono affrontare gravi problemi di bilancio. I comuni sono gli enti più vicini ai cittadini, e per questo sono impegnati a sostenere il lavoro, i servizi e le fasce più deboli della società, con le loro esigue risorse. Le amministrazioni per questo motivo non possono sempre permettersi l’acquisizione, la riqualificazione o l’utilizzo a fini pubblici di immobili di un qualche valore storico e affettivo come possono essere per noi il Consorzio Agrario di Venturina o le scuole elementari Marconi. Per sostenere questi costi, si dovrebbero trovare i soldi. Non sono le idee ad essere messe in discussione ma la loro sostenibilità economica – evidenzia Campiglia Democratica – gli investimenti in generale subiscono una forte contrazione proprio a causa di una politica che a fronte di una riduzione delle entrate fiscali e da trasferimenti, vede come unica valvola di sfogo l’utilizzo di una parte importante degli oneri di urbanizzazione.

RENDERE edificabile gran parte del territorio forse sarebbe un modo ipotetico di reperire risorse ma il problema si sposterebbe su un altro piano, certo non si eliminerebbe. Il gruppo Campiglia Democratica guarda con interesse al dibattito dei cittadini sul riutilizzo di questi edifici, ma questo deve sempre tenere ben presente anche la fattibilità economica delle proposte e lasciare perdere alcune indiscrezioni, del tutto infondate, riguardanti la costruzione di decine di appartamenti nelle aree sopracitate. Per questo ci impegniamo ad organizzare assemblee pubbliche, anche parallelamente al percorso di partecipazione già iniziato dalle amministrazioni, durante le quali saranno presentate le nostre proposte sul regolamento urbanistico ed ascoltata la cittadinanza. I cittadini possono essere certi che le questioni come il riordino urbano, la salvaguardia dell’ambiente, del patrimonio paesaggistico e architettonico, lo sviluppo produttivo e culturale dell’intero territorio comunale saranno al centro del prossimo regolamento urbanistico, tenendo sempre presente la fattibilità degli interventi».

16.1.2010 La Nazione

Campiglia democratica interviene sul Consorzio
Dei progetti si valuta la sostenibilità economica

Campiglia democratica interviene sul riordino urbano. «Il governo – dice – ha compiuto dei drammatici tagli sui fondi da trasferire agli enti locali e non ha rispettato le promesse sull’autonomia fiscale. Le amministrazioni comunali non possono sempre permettersi l’acquisizione, la riqualificazione o l’utilizzo a fini pubblici di immobili di un qualche valore storico e affettivo come possono essere il Consorzio Agrario o le scuole elementari Marconi».

«Non sono le idee ad essere messe in discussione ma la loro sostenibilità economica. Guardiamo con interesse – aggiunge la coalizione di maggioranza – al dibattito sul riutilizzo di questi edifici, ma questo deve sempre tenere ben presente anche la fattibilità economica delle proposte e lasciare perdere alcune indiscrezioni, del tutto infondate, apparse sulla stampa, sulla costruzione di decine di appartamenti nelle aree sopracitate».

«Per questo – conclude Campiglia democratica – ci impegnamo ad organizzare assemblee pubbliche in cui presenteremo le nostre proposte e ascolteremo quelle dei cittadini».

17.1.2010 Il Tirreno

Print Friendly, PDF & Email
No tags for this post.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.