Attuale »

23 Giugno 2020 – 07:57 |

Il bilancio iniziale di Sostratos a cui fa capo la campagna avviata il 15 giugno. «Le premesse sono ottime, sia per il saggio al Mausoleo che alla Pulledraia».
«Importanti evidenze archeologiche scoperte già nei primi giorni di …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio, Documenti, iniziative

Hai visto un ecomostro? Si, l’ho visto a Campiglia…

Inserito da il 13 Luglio 2009 – 08:06Nessun Commento

Il depositio di stoccaggio di cemento alle (Venturina) fa ormai parte dei 700 ecomostri elencati da Ecoradio.

Ecco il messaggio ricevuto dal Comitato per Campiglia:

«Spett.le Comitato per Campiglia,

La Redazione di Ecoradio desidera informarti che sono oltre 700 le segnalazioni giunte da tutta Italia, vagliate e valutate. C’è voluto del tempo e dell’impegno, ma nonostante la soddisfazione per la vostra grande partecipazione e sensibilità, e a volte anche estro artistico, non si può non essere preoccupati per l’elevato numero di casi di cui è vittima una delle risorse più preziose e peggio tutelate del Bel Paese: il paesaggio.

Speriamo di aver messo in moto un processo che non si fermi, ma che possa arricchirsi di mezzi e strumenti per combattere il degrado dilagante dell’ambiente per una qualità di vita migliore per tutti, per la salute pubblica e per un futuro migliore per le nuove generazioni.

Questo l’impegno di Ecoradio, Repubblica.it e Legambiente per raggiungere questo obiettivo, che sarà possibile solo grazie alla fondamentale partecipazione di tutti quanti voi.

“Hai visto un EcoMostro?” non si ferma alla sola individuazione di quelle situazioni capaci di essere lesive di interessi diffusi, ma si pone come obiettivo anche la ricerca di soluzioni per l’annullamento degli effetti nocivi per il nostro patrimonio artistico ambientale, dall’albergo costruito proprio sulla costa alla pista ciclabile sotto casa invasa dai rifiuti.

Proprio per questo volevamo ancora una volta ringraziarvi per il vostro ruolo fondamentale e informarvi che il lavoro sta procedendo.

La Redazione di Ecoradio voleva anche comunicare che ci stiamo adoperando per entrare in una nuova fase “attiva” del progetto.

Stiamo pianificando impegni e forze. Il tempo è prezioso, e nonostante il caldo ci stiamo impegnando per iniziare questa nuova fase il prima possibile. Inizieremo a contattarvi e a contattare le varie amministrazioni, società, enti, istituzioni.

Rinnoviamo la richiesta di invio di materiale (foto, video, documenti, ecc) nel caso ce ne fosse di nuovo indicando nell’oggetto “EcoMostro”, e nel testo due righe di spiegazione a ecomostri@ecoradio.it .

Nel frattempo vi ringraziamo nuovamente augurandovi buone giornate.

La Redazione di EcoRadio

13 luglio 2009»

Il 9 ottobre 2008, il Comitato per Campiglia aveva mandato il messaggio seguente a EcoRadio:

L’ecomostro di Campiglia Marittima è un mostruoso e sproporzionato deposito di stoccaggio di cemento  all’interno di otto ettari di terreno strappati all’agricoltura, che “inspiegabilmente” ha cambiato destinazione d’uso per ospitare attività commerciali e artigianali, quantunque una zona industriale esistesse già a Campo alla Croce, lungo la superstrada tra Venturina e Piombino.

La ferita si trova in una zona ad alta densità e vocazione agricola DOC e compromette quell’affascinante ma fragile paesaggio agricolo che sfuma sul Golfo di e Populonia, distanti appena tre chilometri.

Oggi si profila la minaccia ancora più spaventosa che a quel deposito si aggiunga la costruzione di un intero cementificio, che oltretutto affogherà il territorio campigliese e circostante sotto un’incontrollata colata di cemento e finirà per divorare con l’ulteriore saccheggio delle cave ogni ipotesi di sviluppo del Parco archeominerario di San Silvestro.

Comitato per Campiglia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.