Attuale »

10 Dicembre 2019 – 09:45 |

Al porticciolo di Baratti è in corso la realizzazione di nuove rimesse per attività di nautica da diporto.
Tutto ciò risale al caso del Piano Particolareggiato di Baratti e Populonia che il Comune fece redigere nel …

Leggi tutto
Ambiente, paesaggio

Documenti relativi all’urbanistica, l’ambiente, il paesaggio, l’agricoltura.

Cultura, storia

Tutela del patrimonio culturale, storico e archeologico di Campiglia e della Val di Cornia.

Foto, video, audio

La mediateca del CxC: gallerie fotografiche, filmati e files audio pubblicati sul sito.

Documenti, iniziative

Biblioteca del CxC: comunicati, corrispondenza, osservazioni, incontri pubblici.

Varie

Informazioni pubblicate sul sito che non entrano nelle categorie precedenti.

Home » Ambiente, paesaggio, Documenti, iniziative

Cava di Monte Calvi – Denuncia del Comitato

Inserito da il 11 Agosto 2008 – 08:56Nessun Commento
Campiglia Marittima, 11 agosto 2008
Alla Procura della Repubblica
via de Larderel, 82
57121,  Livorno

Oggetto: Cava di nel comune di Campiglia Marittima (LI)

Il Comitato per Campiglia è stato costituito per la tutela del paesaggio e del patrimonio culturale del Comune,  finalità stabilite dall’art. 9 della Costituzione.

Il Comune di Campiglia Marittima, che ha saputo dar vita negli anni ad importanti iniziative di valorizzazione del proprio patrimonio storico e culturale  (come il Parco archeominerario di San Silvestro e la Rocca di Campiglia), non sembra riuscire a mantenere adeguate coerenze per la salvaguardia dei beni che esso stesso ha contribuito a recuperare con fondi propri e dell’Unione Europea.

Così succede che a poche decine di metri dalla Rocca di Campiglia si progetti un complesso di 54  Residenze Turistico Alberghiere e che, al confine con le aree del Parco archeominerario di San Silvestro, non si riesca a contenere l’attività di una grande cava, sul Monte Calvi, che sta degradando i beni culturali e il paesaggio collinare.

In questo contesto il Comitato ha ricostruito la vicenda amministrativa della cava di Monte Calvi.

La ricostruzione, compiuta su atti e progetti  richiesti allo stesso Comune, ha fatto emergere che nel 2002 sono stati quasi raddoppiati i volumi di escavazione autorizzati ( da 4.865.000 mc. a 8.507.000 mc.), che sono stati prorogati i termini per la cessazione  della cava e che sono gravemente in ritardo i ripristini ambientali previsti.

Gli esiti di questo lavoro sono stato presentati in una iniziativa pubblica lo scorso 11 luglio.

Al fine di fornire alle istituzioni interessate e agli organi di controllo elementi utili per valutare l’iter amministrativo e quanto sta accadendo nella cava di Monte Calvi, il Comitato per Campiglia  ha ritenuto opportuno inviare la documentazione prodotta che viene  allegata:

1)Un CD con la ricostruzione della storia amministrativa e dei progetti di coltivazione della cava di Monte Calvi

2)un DVD con riprese aeree  che evidenzia lo stato attuale del sito e la situazione effettiva dei ripristini ambientali.

Si coglie l’occasione  per porgere distinti saluti

Il portavoce del Comitato per Campiglia

Alberto Primi

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento sotto, o trackback dal tuo sito. Puoi anche Comments Feed via RSS.

Sii carino Non fare Spam!

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un blog che supporta i Gravatar. Se li vuoi utilizzare registrati su: Gravatar.